Il Teatro Sala Vignoli, sotto la guida del direttore artistico Eugenio Dura, è pronto a presentare un cartellone ricco di appuntamenti. La seconda stagione promette di intraprendere un indirizzo netto e preciso rivolgendosi ad una drammaturgia contemporanea e ad autori giovani, proponendo grandi classici rivisitati, opere di prosa e musical, con uno sguardo anche sulla romanità.

Dal 24 al 29 marzo. Al Teatro Out Off uno spettacolo che sa unire struggente sincerità e disincantata ironia su un tema delicatissimo: l'infanticidio. In "Maternity blues" di Grazia Verasani - regia di Elena Arvigo, bravissima anche sulla scena - seguiamo le confessioni di quattro donne, prima che madri, che tra convivenza forzata e necessario bisogno d'amore intesseranno all'interno della loro "cella" dei rapporti autentici, più autentici di qualsiasi cosa abbiano mai vissuto prima della detenzione.

Dal 4 al 21 dicembre. Dal libro di Grazia Verasani, a cui si è ispirato anche l’omonimo film di Fabrizio Cattani: Elena Arvigo, attrice da sempre sensibile alla tragedia antica trasposta nella realtà contemporanea, ovvero trasformata da archetipo in esperienza, porta in scena al Teatro Argot “Maternity Blues (from Medea)”.

TOP