Quando sulla scena entra in modo prepotente la poesia, il risultato è sempre quello: empatia, commozione, una timida felicità. E’ questo che Beppe Fiorello sta regalando dal vivo nei teatri di mezza Italia, dopo che la fiction televisiva dedicata a Domenico Modugno gli ha offerto un successo nazionale sbalordendo tutti gli increduli di scoprire un magnifico cantante nell’attore, bravo, ma che certo non aveva mai usato la sua voce con le tante fioriture sonore di un innovatore musicale come il Mimmo Modugno tanto amato dagli italiani pure all’estero. Comunque Giuseppe Fiorello compie l’impresa e ringrazia al termine dello show il suo regista e amico Giampiero Solari che lo ha invitato e spronato a mettersi in gioco a teatro, permettendogli di dimostrarsi in possesso di caratteristiche decisamente speciali e potenti. Non di questo si vanta Beppe, però, bensì del fatto che in questo modo ha potuto parlare di suo padre e della sua infanzia felice. A Milano è al Teatro Manzoni dal 13 al 30 novembre con le musiche eseguite dal vivo da due chitarristi straordinari, Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma.

Il pubblico del Teatro Manzoni di Milano troverà per la nuova stagione un cartellone ancora più ricco, pronto a soddisfare le esigenze più variegate. Una stagione con tante stagioni o meglio con più programmi.

Il Teatro Franco Parenti di Milano ha presentato la nuova stagione 2014-2015, che attraversa l’intero anno per arrivare all’Expo; è un piccolo cambiamento, un segno, insieme a molti altri, di come il Teatro si trasformi, cominci a fare cose diverse per rispondere alla crisi ed incidere sulla stessa. Non è un caso infatti, che la campagna abbonamenti si apra con le ben note parole di Einstein: “non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose(..). E’ nella crisi che sorge l’inventiva (…) e l’unica crisi pericolosa è la tragedia di non volere lottare per superarla.

Dal 30 gennaio al 16 febbraio. Beppe Fiorello è ancora una volta nei panni di Domenico Modugno: dopo averli portati, con successo, nella fiction televisiva prodotta dalla Rai “Volare”, l’attore torna ad indossarli sul palcoscenico teatrale. La storia è la stessa, ma il punto di vista questa volta è completamente cambiato: l’occhio di bue non sarà più centrato sulla vita privata del cantante pugliese, bensì sul percorso canoro che lo ha reso celebre, indissolubilmente intrecciato con l’intera storia familiare di un Giuseppe Fiorello in erba.

Venerdì, 31 Gennaio 2014 20:23

Il grande mago - Teatro della Cometa (Roma)

Rimarrà in scena al Teatro della Cometa dal 28 gennaio al 16 febbraio, "Il grande mago" (tratto da una storia vera), scritto da Vittorio Moroni, con la regia di Giuseppe Marini. Protagonista è Luca De Bei. Lo spettacolo torna in scena dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto nella passata stagione.

Sarà in scena al Teatro della Cometa dal 28 Gennaio al 16 Febbraio 2014, IL GRANDE MAGO (tratto da una storia vera), scritto da Vittorio Moroni, con la regia di Giuseppe Marini. Protagonista è Luca De Bei. Lo spettacolo torna in scena dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto nella passata stagione.

Dal 15 gennaio al 3 febbraio. Il Teatro dei Conciatori, spazio scenico che per attitudine, personalità ed atmosfera costituisce la cornice ideale per una condivisione intima ed emozionante tra spettatore e performer, ospita un racconto esistenziale sincero, necessario, delicato e al contempo atrocemente sofferto. Allorchè si sposano un testo drammaturgico intenso come quello di Vittorio Moroni, una regia all'insegna di una ricercata essenzialità come quella disegnata da Giuseppe Marini e lo straordinario ritorno sulle tavole del palcoscenico di un artista sensibile come Luca De Bei con un'interpretazione realmente viscerale, diviene impossibile non lasciar precipitare le proprie difese. Abbandonandosi alle pagine di un diario di vita doloroso, che però sprigiona ineffabile forza, dignità e coraggio. Restando inesorabilmente sopraffatti.

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori dal 15 Gennaio al 3 Febbraio 2013, "Il Grande Mago" (tratto da una storia vera) di Vittorio Moroni, regia di Giuseppe Marini, e con Luca De Bei che torna sulle tavole del palcoscenico nelle vesti di attore.

TOP