In occasione della “Festa della donna" è andata in scena al Teatro Oscar di Milano una pièce eccentrica sull’arte della prostituzione: lo spettacolo "Donne Donnine Donnacce" di Gianni Gori ricorda i volti noti delle “signore” che hanno praticato, per scelta o per vocazione, il mestiere più antico del mondo e la loro capacità di stregare l’universo maschile. Gianna Coletti, Giovanna Rossi e Vicky Schaetzinger rivisitano, con allegria e un pizzico di malinconia, un’insolita “viaccia” dove tornano a passare, spesso accompagnate dai loro scalcinati protettori, donnine allegre, disperate mantenute, protagoniste dei marciapiedi, da Berlino a Buenos Aires, dai bastioni di Milano ai carruggi di Genova.

Martedì, 29 Gennaio 2013 17:48

Io sono partigiana! - Teatro Litta (Milano)

Dal 22 al 27 gennaio. Buio in sala. Una voce femminile, sottovoce: “Scusi, scusi”. Nell’oscurità hai l’impressione di aver lasciato distrattamente il cellulare acceso, urtando la suscettibilità di una spettatrice. Controlli nella giacca, il cellulare tace educatamente. Meno male. E allora chi è che parla? Ah, ecco: è una donna, armata di ramazza, che emerge dal fondo. Declama i versi del Nobel Szymborska, nell’unica maniera in cui la Szymborska deve essere recitata: con naturalezza, con la spontaneità della chiacchiera tra amici. Per forza: la semplicità è l’arma dei folli. Dell’Accademia dei folli, compagnia di musica-teatro che ha allestito Io sono partigiana: un’altra gemma incastonata in questo piccolo gioiello che è il Litta di Corso Magenta.

TOP