Sabato, 16 Febbraio 2019 13:16

Viktor und Viktoria - Teatro Quirino (Roma)

Veronica Pivetti approda sul palcoscenico del Teatro Quirino e, fino al 17 febbraio, propone la spumeggiante commedia piena di colpi di scena “Viktor und Viktoria”, liberamente ispirata all’omonimo film di Reinhold Schunzel, nei panni di una donna che interpreta un uomo che interpreta una donna.

Un triennio importante quello che si aprirà con la stagione 2018-2019 del Teatro Quirino. Ricorrerà, nel 2021, il centocinquantesimo compleanno della storica sala romana, una grande occasione di festeggiamenti e celebrazioni che seguiranno alle imminenti operazioni di restyling della struttura nata nel 1871. Nel presentare in netto anticipo - rispetto alle consuetudini, e rispetto agli altri teatri romani - la programmazione della prossima stagione, il Presidente - e co-direttore artistico unitamente a Guglielmo Ferro - Geppy Gleijeses sottolinea, in apertura della conferenza, l’avvilente carenza di contributi da parte delle Istituzioni. Non perde neppure l’occasione per un riferimento incisivo alla nota vicenda del finanziamento al Teatro Eliseo, ora alle valutazioni della giustizia amministrativa, avendo presentato, alcuni tra i teatri più importanti della città, un ricorso contro il contribuito assegnato alla sala diretta da Luca Barbareschi.

Ben tre fine settimana tra il 6 e il 22 settembre per la XXXIV edizione di Benevento Città Spettacolo, festival tra i più longevi e prestigiosi in Italia, direzione artistica di Giulio Baffi. Teatro, musica, opera lirica, incontri, mostre, performance, proiezioni, volti a consolidare il profondo legame con la città e il territorio, a valorizzarne il patrimonio culturale, artistico, architettonico, storico, a potenziarne la capacità di accoglienza di turismo culturale. Tra le caratteristiche della manifestazione i sempre interessanti debutti teatrali, alcuni dei quali in coproduzione con altri importanti Festival, Compagnie, Istituzioni, attrazione per stampa e critica nazionale, che in ogni stagione, in tour per i teatri italiani, contribuiscono a portare il nome di Città Spettacolo e della città all’attenzione del circuito culturale del Paese.

Sorelle d'Italia

Dal 2 al 14 ottobre. Avanspettacolo, cabaret, teatro musicale, una contaminazione che al di là dei generi rivela la passione di due artiste ‘complete’ che sanno tenere la scena, divertendo in modo spassosamente irriverente, dove finalmente il riferimento pungente all’attualità è svelato attraverso il sogno. Altrimenti che differenza c’è tra teatro e vita? Originale e di grande professionalità la scelta degli arrangiamenti musicali, il lavoro sui testi con traduzioni surreali, la fusione in cocktail mai assaggiati di testi tradizionali tra nord e sud, scorrazzando tra gag del teatro napoletano, pezzi celebri, ninne nanne e canzoni d’autore. Chi l’ha detto che l’intrattenimento non abbia una sua profondità?

Sorelle d'Italia

Sala Umberto
2 – 14 Ottobre 2012
You Night’d Artistz
presenta
Isa Danieli e Veronica Pivetti
SORELLE D’ITALIA

Avanspettacolo fondamentalista
drammaturgia originale di Roberto Buffagni
direzione musicale di Alessandro Nidi
regia Cristina Pezzoli

Che cosa succederà a noi Fratelli e Sorelle d’Italia in questi misteriosi cinquant’anni?
Come ci arriveremo al secondo Centenario dell’Unità d’Italia?
O meglio: arriveremo, noi Nord e noi Sud, a compiere insieme duecento anni italiani?
Isa Danieli e Veronica Pivetti, accompagnate dal vivo dal maestro Alessandro Nidi, nella migliore tradizione fantaprofetica dell’Avanspettacolo, danno vita alla fantastoria d’Italia dal 2011 al 2061, con un’ipotesi futuribile e tragicomica sull’Italia di domani.
In un match travolgente e senza esclusione di colpi, anche bassi, Veronica la Milanese e Isa la Napoletana boxeranno tra loro, attraversando, rovesciando e mescolando stereotipi e luoghi comuni, pregiudizi e verità sull’inconciliabile diversità delle reciproche appartenenze, fino ad arrivare ad inaspettate contaminazioni musicali ed emotive.
Le poliedriche attrici si cimenteranno con le canzoni classiche più note (Nostalgia de Milan, ‘O sole mio, O mia bela Madunina, Santa Lucia luntana), il raffinato e graffiante cabaret dei Gufi e di Cochi e Renato, passando per Modugno e la macchietta, rievocando per noi Munastero ‘e Santa Chiara, fino  ad  arrivare  a una  versione  milanese della  notissima
Napul’è di Pino Daniele e ad una napoletana Vincenzina di Enzo Jannacci.
 Due contendenti che si confrontano e si scontrano fino ad una imprevista separazione. Nella seconda parte della storia – ambientata in un futuribile 2061 - Isa la Tirolese e Veronica l’Ottomana narreranno che cosa è accaduto domani nel nostro imprevedibile Belpaese….

 

SALA UMBERTO di Roma
Via della Mercede, 50
Telefono: 06.80687231/ 06.6794753
Prezzi: da € 32 a € 12
Orari: dal martedì al sabato ore 21, 2° mercoledì ore 17, sabato ore 17 e 21, domenica ore 17 e 20

 

Fonte: Ufficio stampa Silvia Signorelli

 

TOP