Il Teatro Carcano di Milano si rinnova intrecciando, nel cartellone 2015/2016, esperienze artistiche e linguaggi diversi; si presenta contemporaneo, colto e popolare; sensibilità ed intelligenza creano un ponte tra avanguardie, siano esse vecchie o nuove, ed il teatro di tradizione. Perchè il teatro oggi non è più solo un teatro di prosa, un luogo dove fruire di uno spettacolo e rientrare a casa; ma è uno spazio di incontro tra generazioni e generi artistici, una piazza di scambio dove si mescolano pubblico e performance. Prosa sì, ma, cosa nuova per il Carcano, di drammaturgia contemporanea.

Dal 10 al 22 febbraio per la stagione dei trent’anni di attività dell’associazione Argotstudio, va in scena al Teatro Argot Studio di Trastevere "Peli", scritto da Carlotta Corradi e diretto da Veronica Cruciani. Lo spettacolo racconta di due amiche, Melania e Rossella - interpretate in scena da Alex Cendron e Alessandro Riceci - che durante una partita di Burraco a due, innescano, a colpi di battute, un inaspettato cortocircuito che le porterà entrambe alla totale distruzione di quelle borghesi buone maniere nelle quali le sembrano essersi nascoste da anni. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con l'autrice e i due protagonisti per scoprire la genesi di questo inconsueto progetto, che ritorna a Roma dopo i successi delle ultime due stagioni al Teatro Palladium nell'ambito della rassegna Nuove Drammaturgie e al Teatro Valle Occupato.

Interazione, interdisciplinarietà, formazione, rapporto con il territorio e valorizzazione della scena contemporanea. Queste sono le parole chiave che il Teatro Tor Bella Monaca, il Teatro Villa Torlonia, il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Teatro Scuderie Villino Corsini e il Teatro del Lido di Ostia, uniti nel sistema Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, hanno bene in mente per la stagione 2014/15 presentata martedì alla stampa nell'incantevole cornice del Teatro Villa Torlonia.

Trent’anni di storia 1984-2014/2015 proiettati in avanti, come recita il titolo della presentazione della prossima stagione teatrale, Visioni dal futuro. Un lavoro centrato sul testo non solo contemporaneo ma sulla sua attualizzazione. Il Teatro Argot Studio per la presentazione della stagione in modo originale sceglie di non recitare il Bignami degli spettacoli ma di trasferirne lo spirito, le ragioni e le scelte.

Short Theatre come da tradizione inaugura la nuova stagione teatrale romana con appuntamenti imperdibili per gli estimatori della drammaturgia contemporanea. Ecco il programma dettagliato della nona edizione "Short Theatre 9 - La rivoluzione delle parole".

Finalmente restituito alla cittadinanza romana, il Teatro India, luogo di accoglienza e di irradiazione di un sistema dedicato alla creazione contemporanea, propone una ricchissima stagione 2014/2015. Scopriamone tutti i dettagli...

Sabato, 07 Giugno 2014 14:38

Peli - Teatro Valle Occupato (Roma)

Dal 5 all'8 giugno. Due amiche della buona società si incontrano per la loro settimanale partita a burraco, ma quello che le aspetta stavolta non sarà il solito pomeriggio di tè, pettegolezzi e carte. Preparatevi all'ironia, alla ferocia tipicamente femminile, a un confronto tra vecchie amiche che porterà alla luce confessioni, fragilità e paure. Il dialogo formale e le buone maniere lasceranno il posto a rabbia, rivendicazioni e a un corpo a corpo che strapperà via - letteralmente - maschere e segreti. Il bel testo - emozionante, moderno e brillante - di Carlotta Corradi, per la regia essenziale ed efficace di Veronica Cruciani, è interpretato da Alex Cendron e Alessandro Riceci che, capaci e convincenti, si calano in abiti e ruoli femminili portandone alla luce l'identità più profonda e la complessa sensibilità.

Da giovedì 5 a domenica 8 giugno alle 21.00, il Teatro Valle Occupato presenta lo spettacolo teatrale Peli, scritto da Carlotta Corradi e diretto da Veronica Cruciani. Peli racconta di due amiche, Melania e Rossella – Alex Cendron e Alessandro Riceci – che durante una partita di burraco a due innescano, a colpi di battute, un esilarante corto circuito. Un corto circuito che le porterà alla totale distruzione di quelle borghesi buone maniere nelle quali entrambe sembravano essersi nascoste.

Veronica CrucianiSarà una grande festa a dare il via il 4 aprile alla nuova stagione del Teatro Biblioteca Quarticciolo curata dalla regista e autrice Veronica Cruciani, neo direttrice artistica scelta dalle tre compagnie teatrali vincitrici del bando, Neraonda, Tramartis e Trousse. La scelta ha voluto dare continuità e riconoscere un lungo percorso laboratoriale e artistico intrapreso da Veronica Cruciani al Quarticciolo negli anni passati. Il cartellone sarà centrato su testi di drammaturgia contemporanea in sintonia con un'idea di teatro popolare d'arte, di qualità e al contempo accessibili al pubblico. Valerio Aprea, Ruggero Cappuccio, Paola Minaccioni, Lucia Poli, Alessandro Benvenuti, i Muta Imago e il gruppo di danza Atacama sono gli artisti ospiti nei primi mesi di programmazione insieme a Giampiero Judica e Michele Santeramo in scena con due spettacoli in prima romana.

Si apre la terza area tematica della rassegna La Provincia in scena con un affondo sulla nuova drammaturgia, in una rassegna a cura di Rodolfo Di Giammarco al Palladium di Roma. Tre giovani autori, con 3 testi inediti, si mettono a confronto con altrettanti registi, verificando le possibilità sceniche della drammaturgia, in un rodaggio della scrittura che avverrà sul palco.

Pagina 2 di 3
TOP