TEATRO. LE FORME DELLA VERITÀ è il principio creativo, sociale, pluralistico su cui si fonda la Stagione 2018/2019 del Teatro di Roma - Teatro Nazionale, espressione delle molteplici identità dell’esistente e degli sconfinamenti del contemporaneo, temi cruciali della comunità civile raccontati sui palcoscenici del Teatro Argentina, Teatro India e Teatro Torlonia.

Martedì, 15 Maggio 2018 20:49

La Cucina - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 2 al 20 maggio. <<”La Cucina” è una commedia scritta per farvi vedere dei cuochi al lavoro e per mostrarvi quanto è duro e feroce il loro lavoro, eppure quanto è bello. Vedremo da vicino la violenza che nasce dalla convivenza forzata di persone straniere. Vedremo come l’Europa (ovvero il mondo) del primo dopoguerra sia così simile al nostro tempo>>. Così il regista Valerio Binasco racconta “La Cucina” di Arnold Wesker, in scena al Teatro Eliseo, con la produzione del Teatro Stabile di Genova e un effervescente cast di ventiquattro attori (quasi tutti sotto i 30 anni) provenienti dalla Scuola di Recitazione dello Stabile.

Sabato, 17 Febbraio 2018 15:32

Il Cortile - Off/Off Theatre (Roma)

Dal 6 al 18 febbraio. Lo spettacolo Premio Ubu per la "Nuova drammaturgia italiana" del 2004, “Il Cortile” della Compagnia Scimone Sframeli, torna a Roma dopo dieci anni e lo fa sul palco dell'Off/Off Theatre, che ha coraggiosamente aperto i battenti lo scorso ottobre. In una discarica di una città non meglio precisata si ride amaramente con un testo quanto mai attuale.

La ricchissima rassegna Le vie dei Festival, diretta da Natalia Di Iorio, ritorna con la sua XXIV edizione dal 23 settembre al 22 ottobre al Teatro Vascello, al Teatro Tordinona, al Cinema Greenwich e a Ostia, al Teatro del Lido; il festival è realizzato dall’Associazione Cadmo con il contributo dell’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio e del Mibact, mentre quest’anno, per la prima volta, viene a mancare il sostegno del Comune di Roma.

Giovedì, 22 Giugno 2017 20:40

John&Joe - Teatro Elfo Puccini (Milano)

Essere primi o ultimi, nella società, è un fatto di predestinazione. “John&Joe” è “una specie di duetto”, poetico e struggente, comico, lirico come le anime dei suoi personaggi, e clownesco, come sa esserlo il mondo, sedotto dagli affari. Con tenerezza, la penna intelligentissima di Agota Kristof ritrae i suoi clochard smontando nella loro metafora la serietà dell’economia mondiale. Una sorridente storia di crudeltà insensate, capitali e rovine, che prende sostanza nell’affiatamento ventennale tra la regia di Valerio Binasco e le interpretazioni di Nicola Pannelli e Sergio Romano.

Non perde il piglio appassionato che lo caratterizza ogni volta alla presentazione degli spettacoli scelti per la nuova stagione. Che piaccia o no, che ispiri simpatia o meno, Luca Barbareschi affronta la numerosissima platea del suo teatro con aria benevola, empatica, passionale. Concentrato esclusivamente sul valore dell’arte e nella convinzione dell’importanza delle politiche culturali. Rimarrà deluso chi si aspettava la sua controffensiva alle manifestazioni di dissenso espresse da molti addetti ai lavori sul conto del noto emendamento (ormai legge) che attribuisce al Teatro Eliseo un finanziamento di 8 milioni di euro per il biennio 2017/2018.

Sabato, 10 Giugno 2017 10:09

Fenicie - Teatro Greco (Siracusa)

Dopo 49 anni torna sulla scena del Teatro Greco di Siracusa una delle tragedie meno note di Euripide, “Fenicie”. Per il 53° Ciclo di Rappresentazioni Classiche, un dramma epico di eroi tragici, ambizioni, fato avverso e dolorosi sentimenti di cui Valerio Binasco dà una lettura dal forte impatto emotivo e dai richiami estremamente attuali.

Domenica, 19 Febbraio 2017 18:23

Porcile - Teatro Menotti (Milano)

E’ andato in scena al Teatro Menotti “Porcile, testo dal sapore profetico di Pier Paolo Pasolini. A rappresentarlo la compagnia stabile del Teatro Metastasio di Prato per la regia di Valerio Binasco, grande traduttore scenico e regista illuminato e sottile.

Giovedì, 20 Ottobre 2016 20:25

Sarto per signora - Teatro Manzoni (Milano)

Dal 13 al 30 ottobre il Teatro Manzoni apre la sua stagione di Prosa con un testo di Feydeau, “Sarto per signora”, ritenuto un capolavoro di leggerezza e comicità, costruito come una macchina in cui ogni meccanismo trova la sua collocazione più adeguata per ottenere una storia che diverta il pubblico sorprendendolo con mille trovate.

Appuntamento ormai irrinunciabile quello con "TREND nuove frontiere della scena britannica", la rassegna curata da Rodolfo di Giammarco che ormai da quindici anni accompagna l'autunno romano con il meglio della drammaturgia contemporanea d'oltremanica. Quindici titoli, due mesi consecutivi di programmazione per sperimentare fino in fondo le parole, i silenzi, i contatti umani, per raggiungere un senso o un inquietante vuoto di senso.

Pagina 1 di 3
TOP