C’è un paese in provincia di Milano che si chiama Vimodrone. A Vimodrone una vecchia balera ancora arredata di formica e linoleum che si chiama Dancing Everest. E al Dancing Everest c’è, fino a maggio, una rassegna teatrale piena zeppa di bravi artisti e narratori trai quali: Lucilla Giagnoni, Laura Curino e Francesco Meola (giusto per fare qualche nome!). Questa rassegna si chiama: "Sherpa-Teatro d’Altitudine" e noi di Saltinaria abbiamo indossato scarponi e rampini teatrali e siamo andati a curiosare un po’.

Venerdì 26 febbraio, a partire dalle 21.00, Sherpa-Teatro d'Altitudine, la rassegna teatrale organizzata da Circolo Everest - Via S. Anna 4, Vimodrone – ospiterà “Homo Ridens”, un provocatorio spettacolo che attraverso l'interazione con il pubblico-cavia ispeziona i meccanismi della risata, intesa come risposta agli aspetti più crudeli della realtà. Il progetto rivede e aggiorna i risultati delle proprie ricerche in ogni città prendendone, di volta in volta, il nome.

TERNIFESTIVAL festival internazionale della creazione contemporanea (18 > 27 settembre 2015) compie 10 anni e festeggia questo giro di boa con nuove sfide: anzi che compiacersi con torta e candeline si conferma come “a safe place for unsafe ideas” un approdo sicuro per nuovi interrogativi. Questa edizione speciale raccoglie e stimola nuove riflessioni sui cambiamenti registrati in questi dieci anni, ampliando lo sguardo dall’universo festival a uno scenario più vasto abbracciando nuove tendenze estetiche e processi di produzione, nuove chiavi di lettura di un decennio che ha rivoluzionato le definizioni di creazione, comunità, condivisione.

Il festival multidisciplinare Short Theatre ogni anno costruisce e ricompone una vera e propria "comunità teatrale" (di spettatori, operatori e artisti), accogliendola negli spazi de la Pelanda - centro di produzione culturale all'interno del MACRO – sede centrale del festival e, domenica 13 settembre, anche al Teatro India e alla Biblioteca Vallicelliana, per due eventi specifici. Quest'anno Short Theatre tocca il traguardo dei dieci anni scegliendo il sottotitolo - "NOSTALGIA DI FUTURO"- che richiama l'anniversario e un primo cammino compiuto. Il programma risponde alle questioni poste dal sottotitolo, in coerenza con i progetti ospiti, gli incontri, il cinema, i laboratori aperti al pubblico e le performance non solo teatrali - dove lo spettatore diventa performer a sua volta - in un gioco di rimandi e di doppi, in cui un set o un racconto particolare vengono invasi dal reale.

Un festival unico, che riunisce in uno scenario naturale mozzafiato tutto il meglio della live-art contemporanea: ritorna, dal 26 luglio al 2 agosto nella Centrale Idroelettrica di Fies a Dro (Trento), uno degli appuntamenti più attesi con performance, danza, teatro ed arti visive internazionali.

Short Theatre come da tradizione inaugura la nuova stagione teatrale romana con appuntamenti imperdibili per gli estimatori della drammaturgia contemporanea. Ecco il programma dettagliato della nona edizione "Short Theatre 9 - La rivoluzione delle parole".

TOP