Dal 3 al 7 febbraio al Teatro India Veronica Cruciani firma la regia di "Due donne che ballano" del drammaturgo catalano Josep Maria Benet i Jornet, con protagoniste Maria Paiato e Arianna Scommegna. L'interpretazione magistrale di due attrici di deflagrante potenza espressiva e carisma incontra, grazie ad una direzione registica asciutta e densa di sensibilità, la storia di due solitudini al femminile, di uno scontro acerrimo e crudo che scolorerà imprevedibilmente in amicizia, solidarietà e conforto reciproco, fino alla condivisione di un destino comune. In occasione delle repliche romane abbiamo incontrato la regista Veronica Cruciani per parlare di questo progetto, dei numerosi altri in cui in passato abbiamo apprezzato la sua cifra registica e di quelli che la coinvolgeranno nel prossimo futuro.

E' andato in scena al Teatro Libero di Milano "Hard Candy", uno spettacolo diretto da Corrado d'Elia, di Brian Nelson, tratto da una storia vera portata al cinema nel 2005. Lo spettacolo, interpretato da Alessandro Castellucci e Desirée Giorgetti, indaga il mondo sommerso delle chat, la cronaca dei nostri giorni, la pedopornografia, i risvolti psicologici delle nostre mille facce nascoste, le pulsioni più sotterranee, le perversioni di cui poco comprendiamo, poco sappiamo e per nulla parliamo. Abbiamo incontrato la protagonista femminile Desirée Giorgetti.

"Kamikaze Number Five" è il racconto del dies irae, il giorno dell’ira e del giudizio finale, divenuto terreno, carnale, umano. Il testo racconta le ultime ore di un kamikaze. Mentre si prepara per la fine, egli richiama i fantasmi della sua famiglia distrutta: il padre, il fratello, la madre e la sua unica figlia. Le presenze si uniscono in una Totentanz, una danza macabra, una riflessione sulla morte che attraversa e trafigge la vita. Abbiamo incontrato Giuseppe Isgrò e Woody Neri, rispettivamente regista e interprete di "Kamikaze Number Five", in scena al Teatro dell'Orologio fino a domenica 20 dicembre.

Lunedì 14 dicembre il palcoscenico del Teatro Out Off di Milano ha ospitato una serata unica e straordinaria: Giulio Casale ha portato in scena lo spettacolo di prosa cantata “Abbiamo tempo”. Dopo aver assistito al suo bel concerto con monologhi, poter intervistare Giulio Casale ci permette di rivolgergli tante domande che ci erano passate per la testa mentre guardavamo ed ascoltavamo, assieme ai tanti spettatori che hanno provocato una tale coda in biglietteria da costringere alla lista d’attesa.

"Fuckin' Idiot' è il nuovo progetto teatrale di Federico Cianciaruso, Cristiano Di Nicola e Simone Giustinelli. Partendo dal monologo teatrale "Ultrà" di Giuseppe Manfridi e riannodandolo alle suggestioni derivanti dal magmatico universo calcistico, i tre giovani artisti romani si prefiggono di analizzare i processi politici, sociali e culturali che innescano comportamenti violenti, nella contrapposizione con il Potere costituito, coadiuvati dal supporto drammaturgico di Sonia Di Guida. "Fuckin' Idiot" propone un'inedita sintesi tra linguaggio teatrale, cinematografico e performativo per instaurare un autentico contatto umano, all'interno della performance artistica, tra lo spettatore e il protagonista sulla scena. Abbiamo incontrato Simone Giustinelli, Federico Cianciaruso e Sonia Di Guida al Teatro Studio Uno dove fervono ininterrottamente le prove di questo coraggioso ed originale progetto e dove lo spettacolo sarà in scena dal 10 al 20 dicembre.

«Il Marchese del Grillo» in versione musicale varca la soglia del teatro e debutta il 9 dicembre al Sistina, il palcoscenico che da sempre ha un occhio di riguardo per le commedie dal sapore popolare, espressione di una certa romanità. Al fianco del protagonista Enrico Montesano, attore di livello che di questo genere di lavoro conosce tutti i segreti per averne interpretato un numero considerevole, ci sarà un nutrito gruppo di artisti fra cui figurano Giorgio Gobbi, Giulio Farnese, Monica Guazzini, Dora Romano e Michele Enrico Montesano. La regia è di Massimo Romeo Piparo. Abbiamo incontrato Enrico Montesano, pronto a vestire i panni del celeberrimo marchese Onofrio, in occasione della conferenza stampa di presentazione dello spettacolo.

TOP