Il 2020 si annuncia ricco di impegni per Silvia Siravo che sarà al Carcano di Milano con “La cena delle belve” (dal 9 al 19 gennaio), poi al Palladium a Roma nel ruolo di Elena ne “Le Troiane” di Seneca e in Sicilia con “Erano tutti miei figli” con la regia di Giuseppe Dipasquale, ma anche in mostra con le sue opere pittoriche. L’abbiamo incontrata per farci raccontare la sua voglia di spaziare e di giocare con l’ironia.

Abbiamo incontrato Michele La Ginestra, protagonista di «La matematica dell’amore (radice di 2)» in scena al Teatro 7 fino al 5 gennaio del 2020. Lo spettacolo, scritto da Adriano Bennicelli, è contraddistinto da una trama divertente e poetica. In scena, al fianco del direttore del palcoscenico romano, c’è Edy Angelillo.

Edoardo Barbone è un giovane attore bolognese, con la virtù dell’umiltà, la forza della determinazione ed il coraggio dell’impegno per rilanciare un teatro che sia educativo, attento a quello che accade nel sociale. L’orizzonte è quello del teatro greco, con la rivisitazione e l’attualità del mito e l’attenzione tutta protesa al disagio giovanile: “la scommessa”, ha dichiarato Edoardo Barbone, “è di raccontare la tragedia con leggerezza”. Lo abbiamo incontrato alla vigilia dell’anteprima de “La notte di Antigone”, il nuovo spettacolo della compagnia Eco di Fondo che mette insieme il mito del coraggio del femminile e la debolezza, il maltrattamento politico del maschile, nella rilettura alla luce della vicenda di Polinice, interpretato dall’attore con un chiaro riferimento al martirio di Stefano Cucchi. Dalla scuola dei Filodrammatici di Milano, la voce di chi ama stare sul palcoscenico e vestire pelli diverse.

“Tangeri”, lo spettacolo musicale di Gianni De Feo, diretto e interpretato dallo stesso regista, su testo di Silvano Spada - produzione Florian Metateatro in collaborazione con Off-Off Theatre - conclude l’edizione 2019 della rassegna Lecite/Visioni con la prima milanese del 1° dicembre al Teatro Filodrammatici di Milano, un omaggio a Lindsay Kemp; il testo riscopre la figura del celebre cantante e ballerino spagnolo Miguel de Molina, nato a Malaga nel 1908 in una poverissima Andalusia. Perseguitato dalla dittatura franchista a causa delle sue idee antifasciste e della dichiarata omosessualità, costretto alla fuga, resta un’icona del canto nel mondo iberico ed ispanico, totalmente sconosciuto in Italia. Abbiamo incontrato Gianni Di Feo per saperne di più.

Il teatro è vita, parola, memoria, interazione emozionale, corporeità che si mette in gioco: una vocazione che Dacia Maraini scopre prima della scrittura e che non l’abbandona mai. Ad Arona il matrimonio d’amore viene celebrato con l’acqua, elemento insolito per lo spettacolo che solitamente si svolge in luoghi chiusi come i teatri o aperti come gli anfiteatri, dove la forza, la stabilità e anche la rigidità della terra sono protagonisti; e con la poesia, altra sua grande passione che incontra la voce come suo elemento naturale e diventa recitazione.

Ha debuttato a Roma, nell’ambito del Lunga Vita Festival, il nuovo lavoro della compagnia Divina Mania: in “Contro la libertà” l’autore catalano Esteve Soler rivolge uno sguardo crudo ed onesto alla contemporaneità e alle idee preconcette di libertà che inquinano l’essenza più profonda di questo inviolabile diritto; un’analisi implacabile, senza sconti di sorta, che la regia di Mauro Lamanna e le intense e ben calibrate interpretazioni di Gianmarco Saurino, Elena Ferrantini e dello stesso Lamanna esaltano e rispecchiano efficacemente nella nostra quotidianità. Abbiamo incontrato Saurino e Lamanna, nella suggestiva cornice dell’Accademia Nazionale di Danza a pochi minuti dallo spettacolo, per indagarne la genesi e scoprire i prossimi progetti di questo collettivo, tanto giovane quanto determinato e lucido nella sua visione artistica.

Pagina 1 di 18
TOP