Nelle ultime tre settimane, dal 27 ottobre sino al 14 novembre, si è svolto a Milano il Danae Festival 2015. Si tratta di un festival multidisciplinare giunto alla sua diciassettesima edizione, unico in Lombardia e riconosciuto dal Ministero e dalla Regione proprio perché progetto internazionale, animato dalla presenza di discipline dai confini indefiniti e a volte indefinibili. É curato dal Teatro delle Moire, che sostiene e promuove esperienze artistiche nuove della scena contemporanea e propone artisti che frequentano e attraversano differenti codici tra teatro, danza e performing arts. 17 spettacoli italiani e stranieri, 3 residenze artistiche, 2 masterclass, 1 workshop e 1 lectio rivolti a studenti di danza, ma anche a persone interessate e curiose di teatro contemporaneo e di arti performative. Da quest’anno poi il festival è stato anche impreziosito da una sezione dedicata alla musica sperimentale.

Never Never Neverland

Dal 5 al 10 giugno. L'Isola che non c'è secondo i quattro attori in scena del teatro delle Moire: un mix di abiti saltati fuori da cantine, solai e vecchi bauli, teatro di un rituale di vestizioni e svestizioni, travestimenti giocosi e ossessivi. Infinite metamorfosi come segno di un ambiguo desiderio di ritorno all'infanzia e di un'affannosa ricerca d'identità.

TOP