Simo&Robi, da Torino a "Eccezionale veramente" una nuova generazione di comici

Scritto da  Domenica, 19 Novembre 2017 

Simone Moretto e Roberto Russo, in arte Simo&Robi. Due attori comici di Torino, con due formazioni diverse. Simo è il più serio dei due, viene dalla compagnia teatrale "Torino Spettacoli". Serio in realtà è un parolone, in città è conosciuto per essere il noto parrucchiere gay di Forbici Follia, spettacolo teatrale dalla comicità dirompente da 17 anni in scena al teatro Gioiello di Torino con grande successo e numerosi sold out; ha inoltre lavorato in tv e condotto diversi show dal vivo. Attualmente è impegnato nelle riprese di un film in uscita nel 2018. Robi è una mina vagante, un comico doc, puro.

Riesce a far ridere anche solo con le sue divertenti e stravaganti espressioni mimiche facciali che lo rendono un artista dalla comicità immediata e diretta. Lavora come comico da più di 10 anni in città, e ha lavorato in note trasmissioni tv come Colorado e Metropolis. Poliedrico, compone e scrive anche canzoni di carattere comico, fresche ed orecchiabili, dal ritornello che ti entra subito in testa. Insieme hanno partecipato alla seconda edizione del programma tv "Eccezionale Veramente" andata in onda quest'anno su La7, condotta da Francesco Facchinetti, riuscendo a passare tutte le fasi eliminatorie fino a raggiungere l'ambita finale. Ottime e positive le reazioni della giuria d'eccezione composta da Diego Abatantuono, Selvaggia Lucarelli e Paolo Ruffini che, puntata dopo puntata, hanno apprezzato gli sketch presentati.

Simo&Robi, avete iniziato la vostra carriera teatrale con due percorsi diversi: più legato alla commedia Simone Moretto, più alla comicità pura Roberto Russo. Quando vi siete incontrati e come è scattata la scintilla?
In realtà ci conoscevamo da tanti anni, avevamo frequentato l’Accademia del comico insieme, ma in anni accademici diversi. Poi a un certo punto ci siamo trovati a proporre degli sketch,delle idee che a noi facevamo molto ridere e abbiamo continuato.

La vostra notorietà l'avete raggiunta con il programma tv "Eccezionale veramente", su La7, dove i giudici vi hanno tributato grandi complimenti. Ci raccontate come avete vissuto il vostro percorso, da quando avete presentato la candidatura a quando avete raggiunto la finale?
È stata un’avventura dura, ma molto affascinante. Ci siamo presentati ai provini con lo sketch della discoteca dove la musica si interrompe e uno dei due fa una brutta figura. Credevamo in quello sketch, ma dopo la prima puntata, abbiamo ascoltato i commenti della super giuria e abbiamo virato subito sui ristoranti etnici! E poi puntata dopo puntata abbiamo preso coscienza che erano sketch molto originali e con una comicità che a noi piace molto, semplice ed efficace. Cosi il viaggio è andato avanti…ma che tensione!

Appunto, particolare successo hanno ottenuto i vostri sketch sui ristoranti etnici: indiano, messicano, cinese, giapponese... È il vostro modo per spiegare che l'integrazione tra i vari popoli può passare attraverso una risata?
Si, si può ridere di tutto se si fa con leggerezza e non volgarità. Quindi anche l’integrazione può essere vista sotto una chiave ironica no?

La vostra presenza, ma anche quella di tanti talenti concittadini nella trasmissione, dimostra che la comicità a Torino è particolarmente viva. Come descrivereste l'ambiente in cui siete cresciuti, dal punto di vista artistico?
Torino è una città con grande fermento teatrale. La comicità è da sempre ben seguita, si va dal mitico locale Cab41 allo storico teatro Gioiello con il cartellone “Per farvi ridere”. Non è un caso se in finale la metà degli artisti erano di Torino…altro che “bugia nen” (ridono).

Simo, ci racconti il film che ti vede impegnato nelle riprese in questo periodo e che uscirà l'anno prossimo?
Ho appena finito di girare un film horror dal titolo “You Die”. Una produzione indipendente, ma con grande energia. È stata un’esperienza molto importante perché ho lavorato su un ruolo drammatico. Adoro fare cinema, e quando parte: ”Motore, ciak, azione” davvero si entra in un altro mondo! Ci vediamo nel 2018 nelle sale.

E, come coppia, invece, che progetti vi aspettano?
Ora abbiamo lo spettacolo pronto e gireremo diversi teatri per portare la nostra comicità un po’ ovunque.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP