Alessandro Feliù: dall’isola alla moda

Scritto da  Antonella Stella Domenica, 13 Dicembre 2009 

Alessandro Feliù Faccia pulita, sorriso simpatico, occhi che guardano al mondo con curiosità e voglia di cambiamento. Questo è Alessandro Feliù, ex protagonista dell’Isola dei Famosi 6, e ora aspirante attore, che ha sposato in tutto e per tutto la causa KIN.

 

 

Sarà protagonista per KIN di un’importante progetto del quale però ancora non vuole svelare i dettagli, e dice: “KIN è una filosofia, KIN è qualcosa che prima di tutto parte dentro di noi, e non si può spigare in due parole, così come non mi è possibile raccontarvi subito il progetto nel quale KIN mi sta coinvolgendo, come per ogni cosa ci vuole tempo, ora siamo in fase di preparazione, e se proprio vogliamo dirlo sarà proprio il tempo a fare da padrone a questo progetto”, basta ho già detto troppo.

 

Che cosa ti ha spinto a partecipare all’Isola dei Famosi?

Sicuramente la voglia di confrontarmi con me stesso, con la natura, provare a sopravvivere a tutto: fame, caldo, freddo, intemperie. Prima di partire pensavo che avrei fatto una bella esperienza, ma adesso posso dire che è stata non bella ma straordinaria.

Quale è stata la cosa più difficile da affrontare per resistere a stare sull’ Isola tutto quel tempo?

Sicuramente la fame, è una componente importante per la vita di un essere umano, la mancanza di cibo ti fa sentire molto vulnerabile. E’ angosciante non poter mangiare, e il cibo finisce per diventare un pensiero fisso giorno e notte.

Se potessi tornare indietro ripeteresti l’esperienza?

Assolutamente si, anche subito, senza fare la valigia… anche perché tanto lì non serve.

So che stai studiando per diventare attore, come procede la preparazione?

Prosegue bene, bisogna studiare tanto se si vogliono avere buoni risultati, non ho fretta quando sarò pronto giocherò le mie carte.

A quali progetti stai lavorando ora?

Per ora studio… è già un progetto enorme.

Voci di corridoio dicono che il tuo nome sarà presto associato alla linea di moda KIN 2012 è vero?

Da poco sono stato contattato da una persona che stimo tantissimo che mi ha proposto di partecipare ad un fantastico progetto, sono stato davvero onorato di essere stato scelto per questa linea di moda che ha un potenziale straordinario.

Che cos’è KIN 2012?

KIN è moda, eco-sostenibilità, impatto zero, voglia di provare a cambiare un po’ il mondo, per poter vivere tutti in un mondo migliore.

Perché hai scelto di legare il tuo nome a questo marchio?

Perché il mondo siamo noi, e noi abbiamo il dovere di salvarlo con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione. Questo marchio è a impatto zero sull’ambiente e credo sia la “mossa” giusta per provare a cambiare un po’ le cose.

Qual è il tuo rapporto con la natura?

Il mio rapporto con la natura è fantastico, mi piace la montagna per correre e passeggiare, ma adoro a dismisura il mare e tutto ciò che è composto da acqua, è come se fosse parte di me , difficile da spiegare ma è così.

Perché credi che sia ora di salvaguardare il patrimonio dell’ umanità?

Perché abbiamo abusato già troppo del nostro pianeta ed è arrivato il momento di ripagarlo per tutte le cose belle che ci offre.

Credi davvero che KIN possa essere d’aiuto per la salvaguardia del pianeta?

Certo, KIN però non deve rimanere un singolo caso, ma deve essere preso d’esempio da altre aziende. KIN è il futuro, KIN deve essere il futuro.

Sei convinto del fatto che ogni persona può esser KIN?

Ogni persona dentro di sé è già KIN, deve solo capirlo, tirare fuori l’animo ecologico e cercare di far capire agli altri che KIN è l’inizio della vera salvaguardia del pianeta.

Mi puoi raccontare bene quale sarà il tuo ruolo in questo progetto?

No… è ancora troppo presto… A presto, e ricordatevi io sono KIN potete esserlo anche Voi…

 

 

Intervista di: Antonella Stella

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP