Lunedì, 22 Aprile 2019 14:54

Toilet - Teatro Sette (Roma)

E’ andata in scena al Teatro Sette di Roma una claustrofobica "tragicommedia", “Toilet”, che conferma la geniale vena comica di Gabriele Pignotta, in questa occasione intrisa di risvolti inquietanti e ricchi di suspence.

Tra le innumerevoli sfaccettature dell’universo della commedia brillante, il Teatro de’ Servi, ormai saldo avamposto di questo genere teatrale nella capitale, ha scelto di puntare i riflettori su una tematica di imperitura comicità: gli alti e bassi, i vizi e le virtù, le rocambolesche disavventure di un adrenalinico rapporto di coppia, quello servito dalla sapiente maestria drammaturgica di Michela Andreozzi, perfettamente speziata dalla regia di Massimiliano Vado, in “Prestazioni straordinarie”.

Quarantenni in crisi e paura di crescere sono gli ingredienti di “Contrazioni pericolose”, la nuova commedia scritta, diretta ed interpretata da Gabriele Pignotta. Ancora una volta il talentuoso regista affronta una tematica che gli sta particolarmente a cuore: l’immaturità e l’incapacità della sua generazione di affrontare svolte importanti. Una generazione fatta di bambinoni o di eterni adolescenti, incapaci di gestire i fisiologici cambiamenti della propria esistenza, che preferisce nascondersi di fronte agli eventi inaspettati perché non all’altezza di vivere serenamente le naturali tappe di passaggio e tutto ciò che può stravolgere per sempre la vita.

Dopo il grande riscontro di pubblico e stampa raccolto con le sue opere (Scusa sono in riunione, Se tutto va male divento famoso, Una notte bianca), nei principali teatri Italiani, Gabriele Pignotta, autore, interprete e regista dello spettacolo, ci regala una nuova deliziosa commedia che parla d'amore e delle inconciliabili differenze tra uomo e donna: Mi piaci perché sei così. Con lui sul palco Vanessa Incontrada, già sua partner nel debutto cinematografico con il film Ti sposo ma non troppo tratto sempre da una piece teatrale di Pignotta.

Accogliamo il giovane e talentuoso compositore Stefano Switala sulle pagine di SaltinAria. Lo facciamo attraverso un’intervista nella quale l’artista si racconta in prima persona, svelandoci i particolari della sua formazione e crescita professionale, fino ad arrivare ad un presente che lo vede affermarsi come uno dei più talentuosi professionisti nel campo delle colonne sonore.

Fino al 9 novembre. Dopo il cinema, la verve di Gabriele Pignotta torna a teatro. L'attore-autore-regista ha scelto il palco del Ghione per riportare in scena il suo "Se tutto va male, divento famoso!", la storia di quattro quarantenni improvvisamente disoccupati che già aveva debuttato nel 2010. Quattro anni dopo, i temi affrontati (disoccupazione, crisi, influenza dei media) sono ancora drammaticamente attuali. Pignotta li tratta con il consueto umorismo ma senza stavolta riuscire a convincere del tutto...

TOP