Al Roma Fringe Festival 2015, in attesa della finalissima del 5 luglio, riflettori puntati sulla “Scena Romana”, una selezione degli spettacoli più rappresentativi della stagione appena conclusa proposti dalle realtà più interessanti e vivaci del teatro indipendente della capitale: Teatro Studio Uno, Teatro Dell’Orologio, Teatro Argot Studio, Teatro Tordinona, Carrozzerie n.o.t. e Teatro e Critica Webzine.

In "Ferite d'arma da gioco" di Rajiv Joseph, i due protagonisti vivono una complessa e dolorosa storia d'amore; attraverso il dolore si incontreranno da bambini e, per inseguirsi, ritrovarsi, riconoscersi come essere viventi, al dolore rimarranno legati. I due ragazzi, per allontanarsi dagli schemi e dalle tappe obbligate del processo di crescita imposto dalla società, useranno una loro personale dinamica violenta.

In prima nazionale debutta dal 3 all’8 marzo 2015 al Teatro dell’Orologio sala Gassman dal martedì al sabato ore 21.15 - domenica ore 17.45 “Ferite d’arma da gioco” del drammaturgo indo-canadese Rajiv Joseph, per la regia di Stefano Scandaletti, interpretato da Chiara Capitani e Diego Maiello.

Martedì 9 settembre esce "Alla fine del giorno", il nuovo attesissimo album degli Zero Assoluto. A lanciarlo, il 26 agosto, sarà l’intensa “Un’altra notte se ne va”.

TOP