Dal 17 dicembre al 10 gennaio, al Teatro Parioli Peppino de Filippo un capolavoro del nostro teatro comico, Luigi De Filippo in "Miseria e nobiltà”, di Eduardo Scarpetta, con l'adattamento e la regia dello stesso Luigi De Filippo. La ripresa di questa storica commedia da parte di Luigi De Filippo, che ne è autorevole protagonista e regista, vuole essere un omaggio a Eduardo Scarpetta, riformatore del Teatro napoletano, che proprio in questa “Miseria e nobiltà” aveva compiuto la sua riforma, con l’invenzione e la consacrazione del personaggio di don Felice Sciosciammocca, prototipo del napoletano piccolo borghese, che sostituisce Pulcinella, maschera d’altri tempi.

Luigi De Filippo è interprete e regista della divertente commedia "Quaranta…ma non li dimostra". Lo spettacolo, in scena al Teatro Parioli fino al 10 maggio, mantiene una sua forte attualità, a tanti anni di distanza dalla prima rappresentazione.

Venerdì, 06 Febbraio 2015 21:35

Il Berretto a Sonagli - Teatro Carcano (Milano)

Da mercoledì 28 gennaio a domenica 8 febbraio, al Teatro Carcano di Milano, va in scena "Il Berretto a Sonagli", di Luigi Pirandello, nella particolare versione in napoletano che Eduardo de Filippo concepì nel 1936. La regia è di Luigi De Filippo, figlio di Peppino e nipote di Eduardo, che in scena sarà Ciampa, il marito tradito. Per salvare l’onore, egli non ammazzerà moglie e amante, ma userà l’arma cara a Pirandello, la sola capace di far cadere apparenze e convenzioni sociali: la pazzia. L’affezionato pubblico del Carcano avrà il privilegio di assistere ad uno spettacolo della tradizione teatrale italiana che la famiglia Scarpetta-De Filippo ha contribuito a consolidare nei suoi quasi 150 anni di attività. E la tradizione si sa, è importante; un po’ come le radici per un albero: più sono forti, più l’albero può andare verso l’alto.

Dall’11 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015 al Teatro Parioli Peppino De Filippo, Luigi De Filippo in “La lettera di mammà”, commedia in due atti di Peppino De Filippo, con la regia dello stesso Luigi De Filippo. In scena accanto a lui anche Claudia Balsamo, Stefania Aluzzi, Fabiana Russo, Riccardo Feola, Francesca Ciardiello, Marilia Testa, Stefania Ventura, Michele Sibilio, Giorgio Pinto e Vincenzo De Luca. Una lettera-testamento lasciata dalla madre di nobile casata ad un giovane baroncino provoca spassosi equivoci. “La lettera di mammà” fu rappresentato per la prima volta nel 1933 dai fratelli De Filippo al Teatro Sannazzaro di Napoli.

Fino al 23 marzo al Teatro Parioli Peppino De Filippo andrà in scena la commedia di Luigi Pirandello “Il Berretto a sonagli”, nella versione di Eduardo De Filippo, con la regia di Luigi De Filippo.

Un amabile Luigi De Filippo porta in scena un grande classico della tradizione teatrale partenopea: con "A che servono questi quattrini?", l’ironia e l’immensa esperienza dell’attore e regista napoletano contagiano la platea, che rivive per una serata uno dei successi che hanno reso celebri i fratelli De Filippo, Titina, Peppino e l’inarrivabile Eduardo.

PinocchioUn Pinocchio diverso da quello che siamo abituati a vedere dopo il cartone della Walt Disney; un Pinocchio che si sviluppa a partire dal testo di Collodi, dalla Filastrocca, non la classica riduzione teatrale o riadattamento; la scenografia, un grande libro di cartone con poche scene, solo quelle più significative, un libro che si apre e si sfoglia davanti agli occhi dei bambini mentre da quelle pagine si animano e prendono vita per mano di Stefania Ventura i personaggi, il Gatto e la Volpe, Lucignolo, Mangiafuoco, Geppetto….Pinocchio stesso prende vita dalle mani e dalla danza dell’attrice, narratrice e allo stesso tempo personaggio/personaggi del racconto. Uno spettacolo bellissimo, unico nel suo genere, un grande libro in scena, un burattino realizzato artigianalmente; un’ottima attrice, dal volto dolcissimo e allo stesso tempo clownesco, affiancata da un musicista eclettico, gioioso, dispettoso, non solo accompagnatore ma co-protagonista con Pinocchio e Stefania.

TOP