U' Papun: l'uomo nero arriva dalla Puglia

Scritto da  Giovedì, 15 Gennaio 2009 

U' Papun Il progetto U' Papun nasce nel 2005 in Puglia con l'idea di contaminare lo stile letterario ed interpretativo della canzone d'autore con suoni rock di forte impatto e sonorità popolari. Conosciamoli meglio…

 

Descrivetevi, parlateci di voi.

Il progetto U' Papun nasce nel 2005 con l'idea di contaminare lo stile letterario ed interpretativo della canzone d'autore con suoni rock di forte impatto e sonorità popolari, poi con il tempo, grazie alle diverse esperienze ed i gusti di tutti noi, abbiamo maturato uno stile che contamina jazz-funk-rock-folk e musica etnica.

Il vostro è un connubio tra musica e teatro: come nascono le vostre opere?

Solitamente, ora come ora, nascono prima le canzoni nel classico stile compositivo:testo, musica, arrangiamento. Successivamente viene inserito il teatro in forma visiva con l'utilizzo di maschere, oggetti o fantocci, chiaramente senza alcuna forzatura, solo se il brano lo richiede. In futuro vorremmo mettere su teatro e musica di pari passo, lavorando ad uno spettacolo completo con un tema ben preciso. Chiaramente farlo adesso che siamo un gruppo emergente è abbastanza inutile, dato che non avremmo gli spazi adatti per eseguire questo tipo di idee.

Cosa vuol dire il vostro nome?

Nella tradizione barese U' Papun è l'uomo nero, metafora di oscurità che esprimiamo nelle nostre storie e anche teatralmente, dal vivo, circondandoci di presenze oscure che colpiscono alle spalle la purezza e l'ingenuità. Precisiamo che la maniera in cui lo scriviamo è errata per ironizzare sul disinteressamento che c'è nei confronti del dialetto, purtroppo non visto come cultura. Chiaramente oggi come oggi ci si interessa di più, ma fondamentalmente questo accade solo per moda, dato che una buona parte delle produzioni cinematografiche, televisive e musicali, promosse negli ultimi anni, sono fatte da artisti pugliesi.

Ad Agosto scorso avete fatto da spalla agli Apres La Classe: com’è stato il concerto?

Una gran bella esperienza come l' apertura al concerto dei Rezophonic o a James Senese. Sono tutte situazioni in cui ci viene data la possibilità di esporci ad un grande pubblico, dove la bella scoperta è quella di trovare nella mischia anche dei tuoi sostenitori a cui sei rimasto in presso. Non escludiamo anche la bellezza di conoscersi e confrontarsi con questi artisti noti, con cui solitamente scambiamo contatti.

Come vedete la scena emergente pugliese?

Molto attiva e creativa negli ultimi anni. Penso se ne siano accorti tutti dato che molte band, anche non avendo un disco ufficiale in giro e lavorando senza alcuna etichetta, hanno una larga schiera di ammiratori entusiasti. Ahimè c'è ancora chi fa l'orecchio da mercante, ma forse si tratta solo di distrazione o di problemi ben più gravi che noi musicisti non comprendiamo. Di eventi se ne mettono su tantissimi negli ultimi anni e lo spazio per le band emergenti si è decisamente dilatato, in alcuni casi sono le band stesse ad organizzare eventi nei propri comuni, insomma ci si aiuta.

Un paio di gruppi pugliesi che abbiamo intervistato hanno fatto il vostro nome tra gli artisti pugliesi da seguire: secondo voi perché?

Perché rispettano il nostro lavoro e viceversa. Anzi, approfitteremmo di questo spazio per consigliare a chi legge un paio di band interessanti e ringraziare Gardenya e Orient Express per averci citato. La lista sarebbe lunga quindi, oltre le 2 già citate, consiglieremmo: Camillorè, Dopolavoroferroviario e Queimada.

Cosa avete in cantiere?

Ultimare il disco in lavorazione ormai da tempo e distribuirlo con qualche etichetta indipendente che ci permetta di lavorare in modo libero rispettando la nostra espressione artistica. Per il futuro ci sono già molte idee per il secondo disco, ma forse è meglio pensare prima di tutto all'esordio.

Volete aggiungere qualcosa?

Salutare il nostro fan club e tutte le persone che credono in noi promettendogli sempre sorprese nei nostri spettacoli. A presto!

 

 

Intervista di: Ilario Pisanu

Grazie a: U' Papun

Sul web: www.myspace.com/upapun - www.myspace.com/upapunfanclub - www.upapun.it -

 

 

TOP