Martha Rossi: la musica nel dna, dal rock dei Queen all'eleganza dello swing

Scritto da  Sabato, 07 Novembre 2015 

Martha Rossi, dopo essersi cimentata nella propria carriera con molti generi musicali diversi - dal rock dei Queen in "We Will Rock You", alle canzoni autoriali di Bennato per "Peter Pan" - affronta in "Cheek to Cheek" un repertorio elegante e senza tempo come appunto quello dei grandi classici dello swing. Al suo fianco sul palcoscenico del Blue Note di Milano, dopo due spettacoli di grande successo interpretati in Germania, Nicolas Tenerani ("Shrek", "Robin Hood", "Sister Act" e "Mamma Mia!") di ritorno in Italia per una serata dedicata alla musica e allo swing nel Tempio milanese del jazz. Questa “one night only” diventerà poi a breve una tournée che toccherà molte piazze approdando in diversi teatri ma con un cambio di crooner al fianco della leading lady: sarà infatti Cristian Ruiz, fresco del successo di Priscilla, a indossare lo smoking d’ordinanza e intonare le stupende melodie che compongono la colonna sonora dello spettacolo, strutturato come un jukebox musical con una sorta di love story che collega i diversi brani.

 

Ciao Martha, è davvero un piacere accoglierti sulle pagine di SaltinAria. Domenica 1 novembre sei andata in scena nella prestigiosa cornice del Blue Note di Milano con lo spettacolo "Cheek to Cheek" che fonde sonorità swing e pop, ispirato dall’omonimo progetto di Tony Bennet e Lady Gaga. Come è nato questo spettacolo?
E' nato da un idea mia, di Cristian Ruiz e Gianluca Sambataro, dopo aver visto lo strepitoso spettacolo di Lady Gaga e Tony Bennet.

Al tuo fianco abbiamo trovato sul palcoscenico del Blue Note di Milano il talentuoso attore e cantante Nicolas Tenerani, mentre in altre repliche di questo spettacolo ti accompagna Cristian Ruiz. Due delle voci più celebri ed emozionanti della commedia musicale italiana. Come interagite sul palco di "Cheek to Cheek"? Si è creata una sinergia speciale?
"Cheek to Cheek" non è un solo un concerto, ma un'unione tra musica e teatro. Sicuramente avere al mio fianco dei performer di Musical crea qualcosa di speciale, che ogni sera cambia in base al pubblico presente in sala.

Presentaci anche i musicisti che vi hanno accompagnato sul palcoscenico del Blue Note…
Tutti grandi musicisti per "Cheek to Cheek". Marco Sambataro alla batteria ed alla batteria vocale, Marco Gianotti al contrabbasso, ed il Maestro Gianluca Sambataro al pianoforte; inoltre gli arrangiamenti dei brani sono stati curati sempre dal Maestro Sambataro.

Puoi raccontarci qualcosa riguardo ai brani che costituiscono la scaletta del concerto?
Posso dirti che, oltre a cantare i classici pezzi dello swing, interpretiamo anche dei brani tratti da alcuni musical trasformati in una chiave completamente jazz.

Hai iniziato a cantare sin da bambina, quando è scaturita questa passione e come l'hai coltivata nel corso degli anni?
Per caso ho chiesto a mio padre di ascoltare la mia voce, e ricordo la faccia stupita di papà, in quel momento ho pensato di avere un dono da dover coltivare nel tempo. Così è stato, tanta gavetta, tanto studio e dedizione per la cosa che più amo fare nella vita: cantare.

Hai partecipato con successo alla settima edizione di "Amici di Maria De Filippi". Che ricordo custodisci di questa esperienza?
Ormai sono passati un po' di anni dal mio esordio televisivo, ero molto giovane e forse troppo impulsiva. Ma rifarei 1000 volte ancora quell’esperienza che così tanto ha cambiato la mia vita, e ringrazio chi mi ha concesso questa possibilità.

In seguito sei stata scelta da Edoardo Bennato per interpretare il ruolo di Wendy nel suo musical "Peter Pan". Come hai affrontato questo viaggio nell' "isola che non c’è"?
Ero incredula quando Bennato mi ha scelta per interpretare la dolce Wendy. Lavorare con lui è stato bellissimo, grazie a lui ho potuto cantare all’Arena di Verona, davanti ad un'Arena completamente piena, mi sembrava di vivere un sogno dentro un'isola che in quel momento era lì con me.

E' poi arrivato il ruolo forse più importante sinora da te interpretato, quello della protagonista Scaramouche nel musical "We Will Rock You", basato sulle canzoni dei Queen su libretto di Ben Elton. Diversi anni di repliche per uno dei musical più apprezzati e travolgenti transitato di recente sui palcoscenici italiani. Deve essere stata un'avventura indimenticabile. Quali momenti ne porterai per sempre con te?
Porterò sempre con me una frase che Brian May mi scrisse tempo fa. IL TALENTO USCIRA’ FUORI. questa è una frase che diceva sempre Freddie Mercury ed è quello che continuo a portare nel cuore credendo fortemente nel mio lavoro.

Quali altri progetti hai in cantiere per il prossimo futuro?
Sto lavorando al mio secondo album da solista con il produttore Francesco De Benedittis, e spero presto di darvi news a riguardo.

 

Intervista di: Andrea Cova
Grazie a: Ufficio stampa Francesco Zingaro
Sul web: www.martharossi.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP