Il Cavaliere Alessandro: gli schermi piatti sono architettonicamente sbagliati

Scritto da  Martedì, 26 Maggio 2009 

Il Cavaliere Alessandro intervistaAlessandro Cavaliere alias Il Cavaliere Alessandro dipinge un quadro elettronico e lounge nel suo disco “Occidente al mercato del niente! (“Spengo” la TV… Illumino la mente!)”. Alessandro ci parla di lui e del suo disco.

 

 

 

Alessandro ci parli di te?

Sono uno schiavo di 30 anni.

Che filosofia c’è dietro il titolo del disco “Occidente al mercato del niente! (“Spengo” la TV… Illumino la mente!)”?

Gli schermi piatti sono architettonicamente sbagliati perché i piselli scappano e il cucchiaio non ha solchi da sfruttare per raccoglierli.

Qual è il vero problema della TV di oggi?

La TV non ha un problema: il problema è che è diventata una nuova componente della famiglia

ma non come “Uno schiavo dell’Antica Roma“! Ma come la “Regina del 2000”!

Secondo te la TV, oggi come oggi, è ancora un  buon veicolo per promuovere la musica?

Certo che si! E’ l’unica che sa stare a tavola con tutti i popoli e contemporaneamente in tutte le parti del mondo allo stesso istante.

A quale brano del tuo disco sei più legato e perché.

Sono legato a tutti i 9 brani ma in particolare a quello che passa più inosservato: ”Le abilità del male”. L’ho scritto per il mio prete quando gli ho detto che prima di liberarmi dal male volevo prima conoscerlo.

Quali sono state le tue influenze musicali?

Inconsciamente gli anni ‘80 grazie ai miei fratelli maggiori. Poi con coscienza ho ascoltato: Queen, Doors, Pink Floyd e tutto ciò che deriva da essi… compresi i nostri idolatrati italiani.

Mi parli di “I giorni della noia” (mio brano preferito)?

L’ho scritta per la “cavalla” che mi lasciò con la biga in mano.

Cosa ne pensi dei social network come MySpace e FaceBook?

Ottimi! Direi perfetti mezzi di comunicazione per chi li sa usare. In che tempi non molto lontani la gente spediva  solo lettere scritte… oggi invece puoi far suonare una tua composizione musicale in casa di una persona che sta dall’altro lato del pianeta.

Altri progetti in cantiere?

Certo: il nuovo disco che uscirà nel 2010. Il nuovo videoclip di “Simbiosi”. Il nuovo batterista Angelo Ceci che aiuterà me e Ruggiero Capuano (chitarra). Conquistare l’Italia, contribuire all’evoluzione della musica italiana… e poi riposarmi.

Vuoi aggiungere qualcosa?

Voglio ringraziare pubblicamente Ilario e SaltinAria.it per l’intervista. Siete stati gentili per lo spazio… grazie… a presto!

 

 

Intervista di: Ilario Pisanu

Recensioni correlate: Cd Occidente al mercato del niente!

Grazie a: Il Cavaliere Alessandro

Sul web: MySpace

TOP