Giusy Ferreri: “Fa talmente male” sarà un successo nelle radio. "Nel mio Girotondo, anche musica spensierata, non solo introspettiva"

Scritto da  Giovedì, 09 Febbraio 2017 

La sua è una delle canzoni più radiofoniche di questo Festival, anche se, dopo la prima puntata, è già a rischio eliminazione. Non se ne preoccupa troppo Giusy Ferreri, Fa talmente male è solo il titolo di una canzone ma non uno stato d’animo. Un brano che entra subito in testa, che anticipa Girotondo, il nuovo album in uscita il 3 marzo e che sembra essere un po’ la scia del tormentone Roma-Bangkok. L’abbiamo incontrata il giorno dopo l’esibizione, non una esibizione qualunque: il Festival di Sanremo è cominciato proprio con lei, la primissima ad aver cantato.

 

Beh, hai rotto il ghiaccio, una bella responsabilità.
A dire il vero mi era successo anche nel 2011 e lì era il mio esordio! Anche in quella occasione ero la prima a cantare, a inaugurare il Festival come successo quest’anno. Non mi sono abituata però, è sempre una grande emozione.

Pensi che Fa talmente male possa essere la canzone giusta per il Festival?
Se è quella giusta non lo so, ma è un perfetto apripista. Ci abbiamo creduto tutti, io e il mio staff, è un brano adeguato alle radio e così sembra essere per davvero.

Il tuo nuovo album si intitola Girotondo, il nome di un gioco, praticamente. Come mai questa scelta?
I motivi sono tanti, tra il più curioso c’è la volontà di fare una dedica ai bambini: dopo il successo di Roma-Bangkok ne ho visti tantissimi nei firma copie che mi conoscevano e riproponevano le coreografie sulla canzone, è stato bello. Poi mi piace l’idea di girare il mondo, mi sembra un titolo adeguato, un bel messaggio.

Che messaggio si cela invece nel testo di Fa talmente male? Il ritmo è molto energico ma dal testo si intende qualcosa di negativo…
Qualsiasi brano è libero di interpretazione! Voglio trasmettere le emozioni che nascono da rapporti consolidati da tempo, quelli che hanno momenti di incertezze, che hanno dubbi, come normalmente accade. Non è però tutto negativo: i rapporti consolidati hanno sempre grandi passioni che li tengono vivi.

Il suono del brano è fresco, energico, un po’ come Roma-Bangkok con cui sei riemersa dopo un periodo di silenzio.
Il duetto con Baby K è pieno di freschezza, ha un suono molto internazionale e un testo spensierato, è piaciuta l’idea di evasione al femminile e non si vedeva da tempo un duetto al femminile. Mi fa piacere che un brano così leggero sia stato così efficace: la musica a volte è fatta di argomenti di un certo peso ma è giusto che ci sia anche la spensieratezza. Il mio album sarà per metà più introspettivo ma per la restante metà molto solare e moderno.

Qualcosa da rimproverarti dopo la prima esibizione di Fa talmente male? La canzone è tra le tre a rischio eliminazione.
No, nulla! Sono per le sorprese, preferisco non crearmi molte aspettative, sarà l’occasione di farla sentire al pubblico una volta in più.

 

Intervista di: Andrea Dispenza

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP