Sul palco di Sanremo l’eleganza di Elodie: con Emma, il nostro è un bel lavoro di squadra

Scritto da  Giovedì, 09 Febbraio 2017 

Capelli meno rosa, eleganza più evidente e portamento più maturo. Si tratta di Elodie, per la prima volta in gara al Festival di Sanremo con Tutta colpa mia, brano scritto per lei anche da Emma. Occhi enormi e fragilità, ma solo apparente, Elodie è l’artista che a Sanremo canta di più la parola “amore” (quasi una trentina di volte nel testo); lo fa con una classe che, se pur già nota, impressiona ancora. Elodie è apprezzata non solo dal pubblico, ma anche dalle colleghe.

 

Paola Turci ci ha detto che ti stima tantissimo e che dalla tua esibizione ha avuto molto da imparare. Come reagisci?
Paola è straordinaria, sono onorata, in realtà è il contrario, sono io che ho da imparare da lei.

Adesso, invece, Emma: l’hai sentita dopo l’esibizione?
Certo, è stata la prima persona che ho sentito dopo aver cantato, mi ha dato molta energia e siamo contente: si tratta di un bel gioco di squadra, ben riuscito, evidentemente.

Terzo nome, Maria De Filippi. Venendo fuori da Amici, come ti trovi ora con lei, sullo stesso palco?
Per me è un onore vedere Maria, ne sono contenta anche se, nella vita, non ho un rapporto quotidiano con lei. Averla lì sul palco per me è una responsabilità in più, mi sento in dovere di fare ancora meglio, perché non voglio deluderla. La ringrazio ancora per l’opportunità che mi ha dato ai tempi di Amici.

Sei molto apprezzata come interprete, ma hai mai pensato di diventare anche autrice dei tuoi brani?
Al momento non mi sento pronta artisticamente, ma nella vita è giusto provare sempre tutto, vedremo.

Tutta colpa mia è il titolo non solo del singolo ma anche del tuo album, in uscita il 17 febbraio.
Sì, poi seguirà anche la mia prima data live, a Milano. Sono grata ed emozionata.


Intervista di: Andrea Dispenza

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP