Davide Santorsola: Stainless è un gran bel disco

Scritto da  Tiziana Tesio Venerdì, 06 Luglio 2012 

“Stainless” è il nuovo album del pianista e compositore pugliese Davide Santorsola. L’album raccoglie una recording session jazz di pianoforte, orchestra d’archi e percussioni. In “Stainless” sono contenuti 15 brani, sette composizioni inedite e otto arrangiamenti di brani scelti tra popular standard ad hoc (come “My Favourite Things” e “The Way You Look Tonight”) e celebri romanze (come “E Lucevan le Stelle” e “Nessun Dorma”).

 

 

 

 

"Stainless" spazia da sonorità classiche ed accademiche al jazz e l'improvvisazione. Tradizione e contemporaneità sono l'espressione del tuo percorso e "bagaglio artistico"?

Credo che la contemporaneità senza il senso di appartenenza ad una storia comune, condivisa e mantenuta nel rispetto delle tradizioni che la caratterizzano, sia destinata a sciogliersi come neve al sole, senza alfine lasciar tracce del proprio passaggio…

L'esperienza in Estremo Oriente, trovarsi in una cultura completamente diversa dalla nostra… quali e quanti ricordi ti ha lasciato ?    

Ha senz’altro contribuito ad allargare ancor più i miei orizzonti culturali. I ricordi sono tanti e vivi. Considera che ogni anno, in Giappone, faccio almeno un tour di una ventina di giorni, e questo da circa otto anni e passa… Lì ormai ho molti carissimi amici, alcuni dei quali, ad esempio, sono monaci buddhisti, e condividere del tempo con tutti loro è fonte di grande benessere per me. Ora ci ritorno a metà luglio e ancora altre esperienze mi aspettano.

Cosa cambieresti e/o migliorasti in Italia nell'ambiente della musica?

È importante investire di più nella scuola, sin dalla primaria. L’educazione musicale dovrebbe avere un ruolo di maggior peso. Alle volte si ascolta passivamente e ciò per mancanza di spirito critico, curiosità o per scarsa capacità di analisi. Si tratta di facoltà che si potenziano a incominciare sin dalla tenera età, dedicando tempo ed energia all’apprendimento musicale. 

Vuoi aggiungere qualcosa?

…Senz’altro che “Stainless” è un gran bel disco!

 

 

 

La tracklist di “STAINLESS”:

My Favourite Things” (di R. Rodgers), “My Funny Valentine” (di R. Rodgers e L. Hart), “My One And Only Love” (di G. Wood e R. Melling), “Light And Grey” (di D. Santorsola), “I Loves You Porgy” (di G. Gershwin e I. Gershwin), “Parenthesis #2” (di D. Santorsola), “The Way You Look Tonight” (di J. Kern), “Puccini Opening” (di D. Santorsola), “Puccini (Part I )” (di D. Santorsola), “Nessun Dorma” (di G. Puccini), “Puccini (Part II)“ (di D. Santorsola), “E Lucevan Le Stelle” (di G. Puccini), “BE 25” (di D. Santorsola), “X 38” (di D. Santorsola), “7 Anéis” (di E. Gismonti).            

 

 

Intervista di: Tiziana Tesio

Grazie a: Davide Santorsola, Ufficio Stampa Parole & Dintorni

Sul web: Official - MySpace - Facebook - Facebook

 

TOP