Danka: il suono dell’Est

Scritto da  Mercoledì, 08 Febbraio 2012 

“Giusto o sbagliato” è il disco d’esordio dei Danka. L’album della band pop/rock friulana è stato anticipato in radio a dicembre dal primo singolo “Il mondo è lontano”. Massimo e Giulio rispondono alle nostre domande.

 

 

 

Come vi siete conosciuti e com’è nato il progetto Danka?

Il progetto Danka nasce nei primi Duemila. Dopo qualche anno di intensa attività live, i primi demo e cambi di formazione, ci siamo conosciuti nel 2005 in giro nei locali dove suonavamo con altri progetti. Abbiamo da subito iniziato a collaborare in varie situazioni musicali. Dopo un paio d'anni di percorso e di esperienze importanti per entrambi abbiamo deciso di realizzare il nostro primo album con la produzione artistica dei nostri amici e musicisti Max Gelsi (Elisa, Fossati etc) e Gianluca Ballarin (Elisa, Pezzali, Giorgia etc).

Il nome ha un significato particolare?

Danka è un nome proprio femminile dell'Est Europa. E' il "suono" del nostro mondo musicale... e in qualche modo rappresenta anche la nostra posizione geografica (nordest italiano, vicino al confine sloveno).

Com’è nato il video del singolo “Il mondo è lontano”?

Il video è un insieme di idee e immagini che abbiamo da quando è nato il brano. Abbiamo cercato di realizzare un nostro sogno: fare l'astronauta e vedere lo spazio e la Terra da lontano… Ci ritroviamo spesso a parlare affascinati di spazio, tempo, Einstein, di leggi che regolano l'universo e di infinito. Questo video, che racconta un viaggio quasi immaginario, rappresenta il punto di vista da cui escono le parole della canzone. 

Cos’è per voi giusto e cos’è sbagliato? Mi fate qualche esempio?

Abbiamo chiamato così il nostro primo album perché quando abbiamo deciso di realizzarlo avevamo molta energia ma anche molte perplessità. Questi stati d'animo ci fecero sorgere dei dubbi sul fatto che stessimo facendo la cosa giusta o sbagliata. Però siamo arrivati fino in fondo. Il disco non parla delle cose giuste o sbagliate in modo “assoluto”, nemmeno di contrapposizione tra bene e male. Racconta cose di vita e immagini forti che abbiamo dentro.

I reality musicali sono giusti o sbagliati?

Sono "giusti" perché offrono una chance quasi unica per gli artisti emergenti. Offrono visibilità e la possibilità di fare l'artista di professione. Preferiamo in ogni caso programmi musicali di questo genere ad altre trasmissioni di finta informazione. E' sbagliato pensare che non serva il talento per raggiungere quel tipo di obbiettivo. E' anche vero che con l'avvento dei reality si sia perso in maniera sostanziosa tutto il movimento musicale "underground".

Sanremo è giusto o sbagliato?

Amiamo talmente tanto la musica italiana che Sanremo non può che essere "giusto". E' vero che porta con se sempre un sacco di polemiche, ma credo che parteciparvi sia una cosa ineguagliabile in Italia sia per il tipo di emozione che per l'importanza dell'evento.

A quale brano di “Giusto o sbagliato” siete più legati?

Siamo affezionati a ogni singola canzone, perché ognuna ci fa sentire qualcosa di diverso. Forse "Mi basta" e "Una crisi" sono i brani che nominiamo di più quando parliamo… ma anche "Il mondo è lontano", che è il nostro primo singolo in assoluto, è un pezzo che amiamo da sempre e sarà sempre il primo singolo della nostra vita.

Quali sono i vostri artisti di riferimento?

Le grandi band grazie alle quali  abbiamo cominciato a suonare, come gli U2, i Police, i Nirvana, i Doors, Queen, Guns 'n roses etc… poi abbiamo scoperto con altri occhi la musica italiana, dalle grandi voci più classiche come Modugno, Battisti, Celentano, Mina, Tenco etc, fino ai gruppi più recenti come i Subsonica, Bluvertigo, i Negramaro. In questo nostro primo disco pensiamo ci sia un po' di tutto questo.

Avete in programma esperienze live? Come saranno organizzate?

I prossimi due appuntamenti live importanti sono il 12 e il 24 febbraio alle Feltrinelli di Udine e Verona, dove presenteremo l'album che è uscito i 24 gennaio. Non abbiamo ancora tutte le informazioni nei minimi dettagli ma credo suoneremo in unplugged.

Volete aggiungere qualcosa?

Siamo in momento nuovo per noi… la nostra musica che mette il naso seriamente fuori dalla porta di casa. Non vediamo l'ora di suonare questo album in tutta Italia, di tornare da un lungo viaggio e di realizzare il secondo disco provando sempre questo tipo di vibrazioni. Il nostro obbiettivo è divulgare il più possibile la nostra musica e condividere queste sensazioni con sempre più persone!

 

 

DANKA sono:

Massimo Bonano (voce)

Giulio Biasinutto (basso)

 

Videoclip IL MONDO E’ LONTANO

http://www.youtube.com/watch?v=vpGbMforgwc

 

Tracklist di “GIUSTO O SBAGLIATO”: “Epilogo”; “Sei come sei”; “Mi basta”; “Il mondo è lontano”; “Inverno”; “01-boy”; “Una crisi”; “Giusto o sbagliato”; “Cielo in movimento”; “La mia idea di te”.

 

 

Intervista di: Ilario Pisanu

Grazie a: Danka, Camilla Caldarola (Ufficio Stampa Parole & Dintorni)

TOP