Astenia: il coraggio di cambiare le cose

Scritto da  Domenica, 01 Luglio 2012 

E’ uscito l’Ep d’esordio della band romana Astenia, “Fa Che Sia Tutto Diverso” (Believe Digital/Cosecomuni) che contiene 4 brani realizzati in co-produzione artistica con i Velvet. È un disco pop, immediato e sincero caratterizzato da ritmiche serrate e versi introspettivi conditi da una larga sezione orchestrale. Synth e campionamenti elettronici attribuiscono una venatura rock ai brani, aumentandone il pathos.

 

 

 

Le risposte all'intervista sono di Gianluca Gabrieli, cantante della band.

 

Il titolo del vostro EP è una sorta di preghiera: “Fa che sia tutto diverso”. A chi la rivolgete e, soprattutto, cosa volete cambiare?

“Fa Che Sia Tutto Diverso” è una preghiera fatta a noi stessi, un invito a non ferirci più di quanto si sia già fatto in passato. Tra le tante cose che vorremmo cambiare forse c’è l'atteggiamento nei confronti di ciò che ci circonda: ci vorrebbe più determinazione e più coraggio nel voler cambiare le cose.

Pic by Matteo CasilliI testi fanno pensare ad una costruzione antitetica: “Nel tuo disordine” parla dell’inizio di una relazione, “Les Ulis” della fine; “Un giorno nuovo” dell’ottimismo, “(Nel modo) più naturale possibile” dell’incertezza e della preoccupazione. Cosa volete comunicare con questa scelta?

In realtà la tracklist di questo Ep è stata concepita in maniera molto istintiva e naturale senza seguire una particolare costruzione. Tutto ruota intorno alle relazioni, abbiamo voluto fotografare dal nostro punto di vista varie situazioni nelle quali è facile ritrovarsi. In tutti i brani è presente la costante del reagire, del cambiare ciò che non ci fa stare bene.

Come è nato l’incontro con i Velvet, vostri co-produttori artistici, e che impulso ha dato alla vostra nuova direzione musicale?

L'incontro è avvenuto, come spesso accade, nel backstage di un loro concerto. Abbiamo portato una nostra demo e poco tempo dopo è arrivata una chiamata da Cosecomuni che ha sancito la nascita del nostro percorso insieme. L'impulso dato dai Velvet direi che è stato fondamentale, si sono comportati con noi come dei fratelli maggiori, indirizzandoci e mai forzandoci nelle nostre scelte musicali.

Pic by Matteo CasilliLa crisi discografica si fa sentire prima di tutto sui gruppi indipendenti ed esordienti. Avere alle spalle un nome già riconosciuto come i Velvet vi ha dato una mano?

Sicuramente ci hanno saputo consigliare al meglio avendo alle spalle più di dieci anni di carriera. Nonostante questo crediamo fortemente che poi tutto dipenda da noi, da quello che riusciamo a trasmettere con le nostre canzoni. Se da una parte la crisi discografica si è fatta sentire molto per quanto riguarda i canali “tradizionali” dall'altra oggi, tramite il web, è più semplice arrivare in maniera diretta al pubblico. Non so se sia un bene o un male ma si ha senza dubbio un riscontro più immediato.

Il disco è stato presentato come un punto di partenza alla volta di un lavoro molto più grande. Potete spiegarci più nel dettaglio qual è il progetto che avete in mente?

Stiamo già scrivendo nuovi brani in vista di un nuovo disco. Per noi “Fa Che Sia Tutto Diverso” è solo l'inizio del viaggio, una tappa, un'introduzione al nostro mondo.

Vuoi aggiungere qualcosa?

Si, vi ricordiamo che potete trovare “Fa Che Sia Tutto Diverso” nei principali digital store a meno di tre euro. Ascoltatelo e passate a trovarci sulla nostra pagina facebook. Vi aspettiamo!

 

 

 

ASTENIA sono:

Gianluca Gabrieli (voce e chitarra)

Edoardo Siliquini (basso e synth)

Fabio Blando (chitarra)

Riccardo Acanfora (batteria)

 

Questa la tracklist di “FA CHE SIA TUTTO DIVERSO”:

“Nel Tuo Disordine”, “Les Ulis”, “Un Giorno Nuovo”, “(Nel Modo) Più Naturale Possibile”.

 

Intervista di: Fabrizio Corgnati

Foto (c) Profilo Facebook Astenia

Grazie a: Astenia e Ufficio Stampa Safe&Sound

Sul web: www.astenia.it - YouTube - Facebook

 

TOP