Il festival multidisciplinare Short Theatre ogni anno costruisce e ricompone una vera e propria "comunità teatrale" (di spettatori, operatori e artisti), accogliendola negli spazi de la Pelanda - centro di produzione culturale all'interno del MACRO – sede centrale del festival e, domenica 13 settembre, anche al Teatro India e alla Biblioteca Vallicelliana, per due eventi specifici. Quest'anno Short Theatre tocca il traguardo dei dieci anni scegliendo il sottotitolo - "NOSTALGIA DI FUTURO"- che richiama l'anniversario e un primo cammino compiuto. Il programma risponde alle questioni poste dal sottotitolo, in coerenza con i progetti ospiti, gli incontri, il cinema, i laboratori aperti al pubblico e le performance non solo teatrali - dove lo spettatore diventa performer a sua volta - in un gioco di rimandi e di doppi, in cui un set o un racconto particolare vengono invasi dal reale.

Lunedì, 12 Gennaio 2015 20:12

Go down, Moses - Teatro Argentina (Roma)

Dal 9 al 18 gennaio al Teatro Argentina di Roma debutta in prima nazionale "Go down, Moses" di Romeo Castellucci, una riflessione sui differenti momenti della vita di Mosè, così come ci vengono narrati nel libro dell’Esodo.

Dal 9 al 18 gennaio al Teatro Argentina di Roma debutta in prima nazionale GO DOWN, MOSES di Romeo Castellucci, una riflessione sui differenti momenti della vita di Mosè, così come ci vengono narrati nel libro dell’Esodo.

Si è da poco concluso a Chiusi (Si), "Orizzonti, Tra Mito e Favola, Festival delle Nuove Creazioni nelle Arti Performative (1 - 10 agosto 2014). Giunto alla sua XII edizione, contribuisce ormai a creare l’identità culturale di questa splendida cittadina toscana di circa otto mila abitanti, già conosciuta nell’antichità, come una delle più antiche ed importanti città etrusche.

Alla scoperta della ricchissima stagione 2014/2015 del Teatro Argentina, in un magistrale equilibrio tra tradizione e innovazione. Ecco tutti gli spettacoli in cartellone.

Ci sono tesori architettonici nelle nostre città che restano gelosamente nascosti agli occhi del pubblico e difficilmente fruibili. Grazie a Uovo, il festival di Performing Arts svoltosi a Milano dal 19 al 23 marzo, arrivato alla sua dodicesima edizione, uno di questi è stato aperto: Palazzo Serbelloni, storico palazzo neoclassico di Milano, che ha ospitato la performance di Romeo Castellucci, “Attore , il tuo nome non è esatto”. Uovo si propone infatti di indagare sul rapporto tra spettatore e attore/regista, nonché tra lo spettatore e lo spazio urbano che viene reinterpretato.

TOP