Continua la linea espositiva di collaborazione internazionale tra musei per Palazzo Reale con Manet, in un’ottica nuova: simbolo della modernità e della Parigi in trasformazione, sua musa e metropoli moderna per eccellenza. Iniziatore di un nuovo corso attento alla quotidianità, alla cronaca, alla bellezza transitoria e alla luce fuggente, pittore troppo in anticipo sui tempi che non fu apprezzato se non alla fine della sua vita.

Illustrazioni originali di Giulio Peranzoni

Un saggio sul cinema western appassionato, troppo spesso bollato come cinema di genere; un libro che è un inno al cinema, il racconto è il di svela mento attraverso il western della storia dell'America e del suo spirito oltre che della natura che può essere anche consultato come un manuale. Ricco di spunti e di temi. Originale.

30 novembre 2016 – 7 maggio 2017

Mostra importante e ormai rara per composizione, traguardo di un progetto triennale che ha portato a Roma 95 opere da 80 provenienze diverse con una selezione rigorosa delle opere di Artemisia Gentileschi, valorizzata non solo come donna emancipata, vittima e talentuosa, ma espressione in dialogo con il proprio tempo, attraverso le tappe delle sue residenze italiane e londinese, le corti, gli intellettuali ed artisti del suo tempo.

Lo scorso 10 febbraio Skira Editore ha presentato un suo volume, intitolato Urban Art Renaissance, ENERGY BOX, Milano la prima grande mostra a cielo aperto. Sono intervenuti Nicolas Ballando dell’Urban Art Renaissance, Alberto Martinelli della Fondazione AEM e il celebre critico e storico dell’arte Flavio Caroli. Al loro fianco Davide Atomo Tinelli, l’ideatore di Energy Box insieme a Evoluzioni Urbane, oltre a diversi altri artisti, autori dei dipinti e disegni realizzati sulle centocinquanta e oltre centraline semaforiche di Milano. Il tutto si è svolto nel bookstore della Triennale milanese, dando massimo lustro a uno stile che fino a poco tempo fa si chiamava ‘di strada’.

Presentazione del libro di Stefano Malatesta QUANDO ROMA ERA UN PARADISO edito da SKIRA che si terrà a ROMA Giovedì 4 febbraio alle ore 18 al Museo di Roma a Palazzo Braschi (ingresso da Piazza Navona 2 o Via S. Pantaleo 10.

Con l’autore intervengono Angelo Guglielmi, Giorgio Montefoschi, Emanuele Trevi.

L’argomento è di moda, soprattutto con la chiusura dell’Expo 2015 e nasce da una rubrica televisiva, il tono del libro però non è ammiccante. E’ un viaggio nell’Italia dei centri “minori”, alcuni sconosciuti alla scoperta di eccellenza non famose, con il piglio del viaggiatore anzi dell’ospite e non del turista. Una guida certamente nel criterio e nella metodologia che percorre l’Italia dal nord al sud, da est a ovest, ma soprattutto un calepino emozionale nello spirito. Due amici che insieme a consigli pratici raccontano il colore, sapore, profumo, suono che ogni tappa suggerisce, partendo dalla natura e dal cibo per citare un monumento o la situazione di difficoltà economica di un territorio o ancora i personaggi. Un atlante di geografia antropizzata con l’invito ad essere ospiti e non turisti.

“Paesi, paesaggi”, la popolare rubrica di Striscia la notizia, diventa un libro: il racconto dei viaggi dell’inviato Davide Rampello con il curatore dei testi Luca Masia. Un viaggio nell’Italia degli archetipi dove territorio e cibo è una metafora per raccontare l’identità e il patrimonio “non come turisti ma come ospiti”.

a cura di Gianfranco Negri-Clementi e Silvia Stabile

Lunedì, 20 Aprile 2015 19:01

Leonardo 1452-1519. Il disegno del mondo

Quando si va a visitare una mostra presentata come un evento mondiale, tanto vale aspettarsi qualsiasi cosa. Se poi parliamo di un’esposizione a Palazzo Reale, a Milano, in occasione dell’Expo allo scopo di divulgare la capacità creativa degli italiani, allora vale la pena cercare di entrare a Palazzo e dare un’occhiata. Milano conosce da sempre Leonardo: l’Ultima Cena che sta in una chiesetta tranquilla, quella di Santa Maria delle Grazie e il Museo delle Scienze e della Tecnica, non a caso intitolato a Leonardo e in cui si possono trovare le sue macchine più coraggiose, considerando che nel ‘400 non esistevano né elicotteri, né paracaduti, né palombari o biciclette. Eppure Leonardo aveva disegnato e studiato i possibili modi per volare, andare sott’acqua, planare dall’alto…

TOP