L’apertura di un nuovo teatro rappresenta un evento particolarmente significativo per il ruolo e la vitalità di una grande capitale e il successo ottenuto nella sua prima stagione, ha reso l’Off/Off Theatre di Via Giulia a Roma, un vivacissimo e dinamico punto di riferimento teatrale e culturale e sede di grandi eventi. Ed è Roma la protagonista di questa seconda stagione.

Prosa, musica, cinema, teatro per le scuole, mostre, presentazione libri e cabaret per oltre 100 eventi di spettacolo dal 20 ottobre 2017 al 27 maggio 2018, con la direzione artistica di Silvano Spada. “OFF/OFF FESTIVAL, l’altro Teatro…” sarà uno spazio di libertà in cui giovani autori, attori e registi siano protagonisti al centro della vita del Teatro insieme ai grandi nomi, da Piera Degli Esposti a Roberto Herlitzka, da Elisabetta Pozzi a Toni Servillo, con date da definire in base agli impegni del film di Paolo Sorrentino su Berlusconi.

"Alla base dell'idea stessa del Todi Festival ed in particolare in questa edizione 2014, c'è un'urgenza di cultura. E ringrazio Jannis Kounellis per l'onore di aver realizzato il manifesto del Todi Festival 2014, con la luce magica di un corno ad indicare e suggerire il risveglio e la ribellione all'apatia e al conformismo...Nel Programma del Todi Festival 2014 c'è cultura perché proponiamo riflessioni su temi umani, sulla smania di potere e di denaro e la volgarità e il vuoto che ne deriva, sull'amore e, a volte, la difficoltà di amare, sulle emarginazioni, sui giovani e gli adulti, sulla sessualità...". Silvano Spada, direttore artistico del Todi Festival.

Graziano Sirci, attore, regista e direttore artistico del Teatro Civico di Norcia, ci svela tutti i dettagli dello spettacolo "Toh, quante donne!", attualmente in scena nella prestigiosa cornice del Festival di Todi. In questo progetto teatrale Sirci rivisita gli immortali personaggi che hanno costellato l'universo umoristico di Franca Valeri, affidandone l'interpretazione en travesti a Mauro Bronchi con cui aveva già avuto l'occasione di collaborare recitando accanto alle mitiche Sorelle Bandiera. Un progetto insolito e curioso, tra recupero della tradizione e spunti di accattivante originalità.

TOP