Sabato, 02 Febbraio 2019 14:51

Don Giovanni - Teatro Argentina (Roma)

Dall’8 al 20 gennaio, il Teatro Argentina ha ospitato la compagnia del Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, con lo spettacolo “Don Giovanni” di Molière, diretto da Valerio Binasco. La pièce è ora in scena al Piccolo Teatro Strehler di Milano fino a domenica 10 febbraio.

Giovedì, 22 Giugno 2017 20:40

John&Joe - Teatro Elfo Puccini (Milano)

Essere primi o ultimi, nella società, è un fatto di predestinazione. “John&Joe” è “una specie di duetto”, poetico e struggente, comico, lirico come le anime dei suoi personaggi, e clownesco, come sa esserlo il mondo, sedotto dagli affari. Con tenerezza, la penna intelligentissima di Agota Kristof ritrae i suoi clochard smontando nella loro metafora la serietà dell’economia mondiale. Una sorridente storia di crudeltà insensate, capitali e rovine, che prende sostanza nell’affiatamento ventennale tra la regia di Valerio Binasco e le interpretazioni di Nicola Pannelli e Sergio Romano.

Giovedì, 19 Maggio 2016 20:14

John e Joe - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Dal 18 al 29 maggio. Prestazione eccezionale per gli interpreti di un testo scarno, minimalista, dagli accenti brechtiani: teatro dell’assurdo, volti e mimica stralunati con una punta di ironia e leggerezza, che lasciano affiorare in una cornice da siparietto l’attaccamento alla ricchezza e l’inutilità della sua ricerca, il bisogno primario di amicizia, specchio di una solitudine che rischia il naufragio. Valerio Binasco porta in scena al Piccolo Eliseo "John e Joe" della scrittrice ungherese Agota Kristof, con l'interpretazione di Nicola Pannelli e Sergio Romano.

Con due mesi di programmazione, non è esagerato dire che “Trend – Nuove frontiere della scena britannica”, in calendario al teatro Belli di Roma dal 13 ottobre all’11 dicembre, rassegna-festival che ha il sostegno del Comune di Roma, è l’appuntamento italiano più solido, più specializzato, più diversificato e più esteso in tema di drammaturgia contemporanea inglese prontamente tradotta e convertita in reading, mise en espace e spettacoli con attori e registi di casa nostra.

Aria di grande rinnovamento alla conferenza stampa di presentazione della Stagione Teatrale 2015/2016 del Teatro Eliseo e del Piccolo Eliseo. In una gremita sala del Palazzo delle Esposizioni un emozionatissimo Luca Barbareschi prende la parola dopo la piacevole introduzione di Franco Di Mare, chiamato a condurre la presentazione. Con la voce spezzata dall’emozione dei ricordi e del prossimo importante traguardo anagrafico (compirà 60 anni l’anno prossimo), introduce - dopo l’intervento dell’Assessore Marinelli e prima di passare alla presentazione degli spettacoli in cartellone - le novità “dirompenti” che renderanno il teatro più glorioso di Roma un polo d’eccellenza. L’obiettivo è creare una “community”, realizzare un punto di aggregazione che possa ampliare la possibilità di offerte culturali. Non solo spettacoli, ma una commistione sinergica tra arte e scienza, tra intrattenimento e servizi di accoglienza, scuola di recitazione e formazione, bar e servizi di ristorazione.

Dal 21 ottobre al 2 novembre. In seguito al successo di "Romeo e Giulietta" (produzione Teatro Eliseo 2011, con Riccardo Scamarcio e Deniz Ozdogan), è nata una nuova compagnia, la Popular Shakespeare Kompany, che ha avuto il suo battesimo ufficiale con lo spettacolo "La Tempesta" all’interno del Festival Shakespeariano di Verona nel 2012. La compagnia si impegna ogni anno a mettere in scena un classico, con l’intento di continuare ad offrire al pubblico grandi testi, con modalità produttive nuove, che trasformino la crisi in occasione di rinnovamento e creatività. Quest’anno, insieme a Silvio Orlando, la compagnia ha affrontato "Il Mercante di Venezia", una delle opere più note di Shakespeare.

TOP