Sabato, 02 Aprile 2016 11:05

Teresa la ladra - Teatro Vittoria (Roma)

Dal 29 marzo al 3 aprile. Un monologo di Dacia Maraini, sulle note di Sergio Cammariere, che dà voce al mondo degli esclusi. Una donna, Teresa, sola con il suo coraggio, con il suo dolore, dietro cui non si smarrisce un’irresistibile ingenuità. Mariangela D’Abbraccio, in circa due ore, riesce a riempire completamente la scena con la sua interpretazione verace e malinconica, ricca di una sensualità dolcemente sgraziata dal dialetto romanesco.

Il bello di questo Expo 2015 consiste anche nel regalo dei tanti spettacoli fuori Expo come questo delizioso concerto del bravo Sergio Cammariere tenutosi al Teatro Manzoni il 29 settembre, data unica, nel corso di una rassegna di grandi eventi internazionali, che ha annoverato tra i propri protagonisti Toquinho, Belcanto, Gino Paoli, Ornella Vanoni e altri ancora. Accolto al suo ingresso da una standing ovation immediata, a dimostrazione che il pubblico presente in teatro lo ama incondizionatamente, il cantautore e pianista si è seduto a un lungo pianoforte a coda mentre i suoi tre musicisti accompagnatori restavano in silenzio. Nel corso della serata numerosi sono stati gli assolo al piano, oppure le parentesi solo piano e canto e mai nessuno è parso lamentarsene. Il Manzoni, tra l’altro, era tutto esaurito.

Domani, martedì 23 settembre, Sergio Cammariere ritorna sulle scene musicali con il nuovo album “Mano nella mano” (Sony Music) dove raccoglie l’eredità migliore della grande scuola della canzone d’autore, con arrangiamenti di alta classe e sonorità di grande atmosfera.

TOP