Serena Lena

Articoli di Serena Lena

Domenica, 12 Novembre 2017 14:07

Pugni di zolfo - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Dall’8 al 12 novembre. Ispirato da una poesia di Ignazio Buttitta, poeta di Bagheria, "Pugni di zolfo", scritto, diretto e recitato in un siciliano comprensibilissimo da Maurizio Lombardi, è la storia della vita del pugile Vincenzo Barrisi che, dopo essere stato sconfitto da un americano, ci trascina con un incessante flusso di coscienza nel suo passato. Lo spettacolo è stato ospitato al Fringe Festival di Edimburgo nel 2013.

Sabato, 28 Ottobre 2017 14:15

Copenaghen - Teatro Argentina (Roma)

Dal 24 ottobre al 12 novembre. Al Teatro Argentina di Roma torna “Copenaghen”, portato in scena da un tris di grandi interpreti: Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice. Un thriller scientifico-politico a tre voci dell’inglese Michael Frayn, che da più di 18 anni rapisce gli spettatori: un vero tuffo nel passato per chiarire cosa avvenne nel lontano 1941, quando il fisico Heisenberg fece visita al suo maestro Bohr, alla vigilia del primo devastante uso della bomba atomica.

Giovedì, 12 Ottobre 2017 20:11

Tetas y Recetas - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Dal 10 al 15 ottobre. Cinque personaggi, cinque diverse storie che si intrecciano in quattro diverse lingue parlate alternatamente e simultaneamente in una speciale festa multiculturale. “Tetas y Recetas” di Susana Mendo Murillo, Francesco Baj e Beatriz Prior, con la regia di Flavio Marigliani, rappresenta un interessante esperimento teatrale per rinfrescare le proprie conoscenze linguistiche ed ampliarle divertendosi.

Mercoledì, 04 Ottobre 2017 18:20

Odio Amleto - Teatro Sala Umberto (Roma)

Dal 3 al 15 ottobre. Ad aprire il cartellone del Teatro Sala Umberto di Roma è la commedia “Odio Amleto” di Paul Rudnick, diretta da Alessandro Benvenuti, che nella prossima stagione sarà in tournée anche a Torino, Milano e Napoli. Una storia di autostima e di crescita personale, coronata dalla bravura di un maestro del teatro come Ugo Pagliai.

Chi è Ombretta Calco? Perché si è seduta su una panchina in una giornata torrida di luglio, a pochi passi dal portone di casa sua? Perché deve ripercorrere gli eventi sensibili della sua vita scavando ossessivamente nei ricordi? E perché deve ingaggiare, sotto il sole cocente, un duello con se stessa come se fosse una resa dei conti? Ombretta sta facendo un viaggio. Il viaggio più importante della sua vita. Un viaggio fuori dai vincoli imposti dal tempo e dallo spazio. Mentre procede senza soluzione di continuità, nel passare in rassegna i momenti più significativi della sua esistenza, ne comprende il senso. Milvia Marigliano incarna “Ombretta Calco” nel monologo di Sergio Pierattini, diretto da Peppino Mazzotta, in scena al Piccolo Eliseo dal 24 maggio al 4 giugno.

All’interno della monografia dedicata dal Teatro di Roma al percorso artistico di Lucia Calamaro, autrice e regista romana dallo sguardo inesorabile, magistrale anello di congiunzione tra teatro e letteratura, si inserisce “L’origine del mondo”, vincitore di tre Premi Ubu nel 2012 (migliore novità italiana il testo, migliore attrice protagonista per Daria Deflorian, migliore attrice non protagonista per Federica Santoro). «Da cosa è composta la vita di un essere umano: un corpo e i suoi andazzi, una mente e i suoi rovelli, le cose e la necessità di gestirle - riflette Lucia Calamaro - e poi gli altri, sotto forma di affetti, rivali, problemi, salvezza, ristoro, passione, vantaggi, limiti. Ecco cosa si occupa idealmente di proiettare drammaturgicamente, forse anno ad anno, per ora pezzo a pezzo, come un puzzle, questo lavoro: una vita».

Sabato, 13 Maggio 2017 10:24

La vita ferma - Teatro India (Roma)

Dal 3 al 21 maggio il Teatro di Roma dedica a Lucia Calamaro una “personale” nell’ambito della rassegna Ritratto d’artista, presentando al Teatro India un trittico attraverso cui declinare il suo percorso creativo: “La vita ferma” (in scena dal 3 al 14 maggio) è il suo ultimo spettacolo, “uno spazio mentale dove si inscena uno squarcio di tre vivi qualunque - padre, madre, figlia - attraverso l’incidente e la perdita. Una riflessione sul problema del dolore-ricordo, sullo strappo irriducibile tra i vivi e i morti che questo dolore è comunque il solo a colmare, mentre resiste. Un dramma di pensiero in tre atti che accoglie, sviluppa e inquadra il problema della complessa, sporadica e sempre piuttosto colpevolizzante gestione interiore dei defunti”.

Dal 4 al 9 aprile. Considerata una delle migliori commedie di Brecht, scritta nel 1940 a guerra da poco iniziata, Mr Pùntila e il suo servo Matti fu rappresentata per la prima volta quando Brecht rientrò in Europa dall’esilio negli Stati Uniti, dapprima a Zurigo nel 1948, e poi scelta per inaugurare nel 1949 la prima stagione del Berliner Ensemble. Ferdinando Bruni e Francesco Frongia portano sulla scena la commedia “popolare” del drammaturgo, che nella loro versione diventa anche musicale, rivolgendo al contempo l’attenzione alla tematica del capitalismo e delle disuguaglianze sociali.

Domenica, 02 Aprile 2017 10:52

Il Dio di Roserio - Teatro Vascello (Roma)

Il ciclista brianzolo Dante Pessina, ribattezzato dai tifosi “Il Dio di Roserio”, è il protagonista dell’esordio letterario di Giovanni Testori, un racconto lungo pubblicato nel 1954 da Einaudi nella collana “I gettoni”, diretta da Elio Vittorini. Fabrizio Gifuni legge ed interpreta per noi tutto d’un fiato il primo capitolo del racconto, in una prova fisica prima ancora che attoriale.

Dal 28 marzo al 2 aprile. Un nucleo familiare, privato di un figlio disperso in guerra da tre anni, grazie all’intervento della giovane fidanzata scopre come il padre, industriale, per accrescere i propri profitti, abbia venduto parti d’aereo difettose all’aeronautica militare e causato così la morte di 21 piloti, tra i quali, probabilmente, anche il figlio. Rigirando il coltello nelle piaghe della società americana del secondo dopoguerra, Arthur Miller infrange gli ideali della famiglia, del successo e del denaro.

Pagina 1 di 18
TOP