Dal 27 giugno al 13 luglio. Tre naufraghi della vita che, in uno spazio che è insieme teatro, imbarcazione e sala da ballo, raccontano la propria storia, mentre presente e passato si confondono in un'atmosfera malinconica. Sullo sfondo il continuo rimando ai personaggi di Omero e alle atmosfere poetiche dei film di Theo Angelopoulos, regista greco da poco scomparso, cui è dedicato lo spettacolo.

Pagina 2 di 2
TOP