In prima assoluta, dal 28 febbraio al 19 marzo, al Teatro Strehler “Bestie di scena”, il ritratto di un’umanità in fuga senza via d’uscita. La prima regia di Emma Dante per il Piccolo Teatro, una coproduzione con Compagnia Sud Costa Occidentale, Teatro Biondo di Palermo e Festival di Avignone. Nel girone dell'inferno un gruppo di anime espia la colpa: camminano in cerchio, avvinghiati gli uni agli altri, nudi, lenti; prigionieri delle convenzioni, dei tic, delle nevrosi collettive, non riescono più a uscire di scena.

Io, Nessuno e Polifemo. Intervista impossibile è il secondo spettacolo che Emma Dante presenta nell'ambito del Romaeuropa Festival 2015. Ancora al Teatro Vittoria, lo spettacolo è in scena dal 4 all'8 novembre. Per la serie di incontri post-spettacolo del festival, chiamata #PostIt, Emma Dante ha incontrato il pubblico il 5 novembre presso il Teatro Vittoria.

Dal 6 all'11 ottobre. Ritorna a Milano "Le sorelle Macaluso", uno dei due spettacoli con cui il Piccolo Teatro di Milano omaggia Emma Dante con una mini-personale di due settimane. Un testo che, esponendo la nudità fisica delle sue protagoniste, rappresenta la nudità emotiva di fronte alla quale queste sorelle vengono esposte durante il funerale di una di loro. Un grande testo che dimostra come felicità e dramma possano congiungersi nel tempo di un battito di ciglia e come la morte riesca davvero a livellare rancori e presunzioni.

Dal 25 al 30 settembre. Solo sei repliche, centellinate e quindi efficaci nell'attirare quanto più pubblico milanese possibile, spinto al Franco Parenti anche dalla fama che precede questo spettacolo. Emma Dante rilegge l'incontro mitologico tra Ulisse e Polifemo attraverso un'intervista impossibile in "Io, Nessuno e Polifemo", nella quale si mescolano tradizione e tradimento della stessa.

Emma Dante apre, con il primo appuntamento del cartellone, FestiVAL / Festival Internazione di Villa Adriana – Lazio, lavando con la pioggia il sangue di Medea, colpevole per troppo amare.

Emma Dante, nata a Palermo nel 1967, e fondatrice della compagnia Sud Costa Occidentale, porta al Piccolo di Milano, dal 6 al 18 maggio, "Le sorelle Macaluso", storia di sette sorelle che rievocano, con la fisicità più che con la parola, la storia della loro famiglia o, più semplicemente, la vita che l’ha attraversata.

L'universo drammaturgico viscerale di Emma Dante incontra la potenza evocativa della tragedia classica euripidea dando vita ad un atto unico in cui inquietanti fantasmi del subconscio infestano l'agorà del mito assurgendo a simboli delle nostre più recondite fragilità. A un decennio esatto dal primo incontro con lo spirito incoercibile di Medea, barbara, fattucchiera implacabile e sensuale ammaliatrice, precipitata in un abisso senza ritorno dopo il glaciale abbandono del suo insensibile Giasone, la regista palermitana ne declina le drammatiche vicende con un linguaggio stavolta assolutamente personale, esaltato dall'accompagnamento musicale etnico, impregnato di sangue, terra e sicilianità dei fratelli Mancuso e dalla pregiata alchimia interpretativa che scaturisce dall'incontro, che sia tenero abbraccio o ferina aggressione, tra gli attori della compagnia Sud Costa Occidentale.

Giovedì, 13 Febbraio 2014 21:23

Le sorelle Macaluso - Teatro Palladium (Roma)

Uno spettacolo di intrinseca delicatezza, Le sorelle Macaluso di Emma Dante, delineato con tratti capaci di restituire una comunicazione autentica ed essenziale, dove non v’è nulla di morboso, e la partecipazione si mescola allo scherno, dove la morte è radicata in simbiosi alla vita, quasi come un destino, una forma sempre presente e dalla quale è impossibile separarsi. Tanto che il silenzio con il quale ha inizio e termine lo spettacolo, piuttosto che raccontare di una labilità della vita, la rende immortale.

TOP