Un triennio importante quello che si aprirà con la stagione 2018-2019 del Teatro Quirino. Ricorrerà, nel 2021, il centocinquantesimo compleanno della storica sala romana, una grande occasione di festeggiamenti e celebrazioni che seguiranno alle imminenti operazioni di restyling della struttura nata nel 1871. Nel presentare in netto anticipo - rispetto alle consuetudini, e rispetto agli altri teatri romani - la programmazione della prossima stagione, il Presidente - e co-direttore artistico unitamente a Guglielmo Ferro - Geppy Gleijeses sottolinea, in apertura della conferenza, l’avvilente carenza di contributi da parte delle Istituzioni. Non perde neppure l’occasione per un riferimento incisivo alla nota vicenda del finanziamento al Teatro Eliseo, ora alle valutazioni della giustizia amministrativa, avendo presentato, alcuni tra i teatri più importanti della città, un ricorso contro il contribuito assegnato alla sala diretta da Luca Barbareschi.

Dal 21 novembre al 3 dicembre. In un affresco di vita di provincia di inizio Novecento, la vita delle "Sorelle Materassi", figure iconiche nate dalla penna di Aldo Palazzeschi, procede tra toni grotteschi e drammatici, nell’adattamento di Ugo Chiti per la regia di Geppy Gleijeses. Uno spettacolo classico e misurato, pervaso da un'amara ironia e retto dalle bravissime protagoniste Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati.

Tutte le sere quattro cortigiane recitano frammenti dal “Candido” di Voltaire per la loro padrona che chiamano “Madame” e non appare mai in scena. Le donne sono sedute in un giardino fiorito che rappresenta “il più bello dei mondi possibili”. Quando scoprono che Madame viene decapitata, non sanno se ritenersi libere oppure se dovranno aspettarsi di essere assoggettate a un nuovo potere che non sono in grado di ipotizzare. Lo spettacolo, scritto da Magdalena Barile e con la regia di Simona Arrighi e Sandra Garuglieri è andato in scena al Teatro Filodrammatici di Milano dal 2 al 6 novembre.

TOP