Domenica, 26 Marzo 2017 09:35

“L'effacement” di Samir Toumi

È appena uscito il romanzo in francese dell'algerino Samir Toumi, scrittore non di professione, che ci aveva già sorpreso con Alger, le cri - recensito su questo spazio - per la sua incisività, eleganza di prosa, comune a tanta letteratura algerina francofona, e uno stupefacente rispecchiamento tra interiore ed esteriore, vissuto psicologico al limite del surreale e destino di una città e di una nazione. Come se essere algerini o essere di Algeri non fosse una condizione qualsiasi o una circostanza contestuale quanto una cifra del proprio Dna dal quale non si può sfuggire. Algeri è una ferita dell'anima alla quale non si può rinunciare come del resto ad un grande amore e per chi non conosce questa città e la storia del popolo algerino è difficile da capire.

Domenica, 27 Luglio 2014 16:47

“Alger, le cri” - Récit di Samir Toumi

Avevo letto di questo libro, sostanzialmente autobiografico, una lettera aperta alla propria città e al proprio Paese, e l’ho trovato in una libreria del quartiere internazionale residenziale a Tunisi, la Marsa presso Millefeuilles, che è stata la prima libreria della banlieue nord della capitale, un luogo dove il libraio è prima di tutto un lettore, in secondo luogo un venditore di libri.

TOP