Da giovedì 14 a domenica 17 dicembre il Teatro Carcano di Milano ha ospitato “Il Mercante di Venezia”, l’ultimo spettacolo di Tournée da Bar, una giovane e innovativa start up culturale che mira a portare i grandi classici del teatro in luoghi che teatri non sono. Lo scopo di questa iniziativa, che ha compiuto i sei anni d’età ed è ormai nota al pubblico meneghino, è allargare il bacino d’utenza dei teatri e creare un nuovo modello di diffusione culturale. Come spiega l’ideatore e project manager Davide Lorenzo Palla: “Noi crediamo che in questo periodo storico un rilancio culturale che possa ripartire dal basso sia di fondamentale importanza. Per questo abbiamo deciso di immaginare prima, e di realizzare poi, un teatro che ritrova le proprie radici e funzioni originarie in mezzo alla gente. Un teatro che si sposta al bar per riportare l’attenzione della comunità all’amore per l’arte e la cultura”.

Mercoledì, 15 Luglio 2015 15:50

Arborea Carmina Life - Teatro Carcano (Milano)

Da venerdì 10 a domenica 12 luglio il Teatro Carcano si è tramutato in un crocevia di esperienze ed emozioni, narrate attraverso quello che Martha Graham amava definire “il linguaggio nascosto dell’anima”, ovvero la danza. In "Arborea Carmina Life" le coreografie sono appunto ispirate alla grande madre della danza contemporanea Graham, interamente dedicate alle associazioni nazionali A.B.A. e Green Cross Italia, due fra le più importanti associazioni nazionali che si occupano di Nutrizione, Ambiente ed Energia.

In occasione della “Festa della donna" è andata in scena al Teatro Oscar di Milano una pièce eccentrica sull’arte della prostituzione: lo spettacolo "Donne Donnine Donnacce" di Gianni Gori ricorda i volti noti delle “signore” che hanno praticato, per scelta o per vocazione, il mestiere più antico del mondo e la loro capacità di stregare l’universo maschile. Gianna Coletti, Giovanna Rossi e Vicky Schaetzinger rivisitano, con allegria e un pizzico di malinconia, un’insolita “viaccia” dove tornano a passare, spesso accompagnate dai loro scalcinati protettori, donnine allegre, disperate mantenute, protagoniste dei marciapiedi, da Berlino a Buenos Aires, dai bastioni di Milano ai carruggi di Genova.

Dal 6 al 23 novembre. Grazie alla penna di Gianni Clementi e alla regia di Stefano Messina va in scena, con leggerezza e semplicità, il racconto della mafia e di chi l’ha combattuta, sul palcoscenico del teatro che riesce sempre a coniugare divertimento e riflessione. Liberamente ispirato all’omonimo libro di Luigi Garlando, già testo di narrativa nelle scuole, pubblicato nel 2004 e vincitore di numerosi premi.

TOP