Lo slogan scelto per la stagione 2016/2017 del Teatro Ambra Jovinelli, è "CommediE all'italiana". …E NON SOLO. La grandezza della commedia all'italiana, era il suo essere allo stesso tempo d’autore e popolare, mescolando elementi comici e sociali, trattando temi seri con tono ironico e intento satirico grazie anche a memorabili interpretazioni di alcuni tra i maggiori attori italiani. La nuova stagione dell'Ambra nasce con la volontà di raccogliere questo spirito e propone un cartellone di prosa che diverte, contemporanea e prevalentemente italiana, fatta di grandi attori e grandi autori, con incursione eccellenti di carattere musicale.

Venere in pelliccia, ovvero: “Il Signore lo ha punito e lo ha dato in mano a una donna.” Questo verso della Bibbia appare sul frontespizio del romanzo erotico di Leopold von Sacher-Masoch, da cui David Ives, nel 2010, ha tratto la sua opera teatrale. Arriva per la prima volta in Italia grazie a Valter Malosti, accompagnato da Sabrina Impacciatore. Giochi di potere, dinamiche sadomaso, scambi di ruolo: un testo intrigante, ambiguo e al tempo stesso ironico; una regia impeccabile, che ricrea un’atmosfera da incubo, un precario equilibrio tra realtà e finzione.

Sabrina Impacciatore

Dal 7 al 18 marzo. Valerio Binasco porta in scena il romanzo dolce e doloroso della scrittrice nata a Palermo, Natalia Ginzburg. Della premiata opera letteraria del 1947 adesso è Sabrina Impacciatore ad impersonare tutta la tragicità. Un viaggio interiore fedele a quel pugno nello stomaco lanciato dall’autrice, in cui, con l’uso delle parole, anima il senso di angoscia e di pianto di una travagliatissima figura femminile, l’unica presenza sul palco. Grande prova per l’attrice, talentuosa, seppure ancora un po’ acerba per un ruolo così drammatico.

TOP