TEATRO. LE FORME DELLA VERITÀ è il principio creativo, sociale, pluralistico su cui si fonda la Stagione 2018/2019 del Teatro di Roma - Teatro Nazionale, espressione delle molteplici identità dell’esistente e degli sconfinamenti del contemporaneo, temi cruciali della comunità civile raccontati sui palcoscenici del Teatro Argentina, Teatro India e Teatro Torlonia.

Sabato, 21 Aprile 2018 12:30

Quasi una vita - Teatro Era (Pontedera)

Fino a domenica 22 aprile, in prima nazionale al Teatro Era di Pontedera, va in scena “Quasi una vita. Scene dal Chissàdove”, ultimo lavoro del regista Roberto Bacci, che ne cura anche la drammaturgia insieme a Stefano Geraci, rinnovando la collaborazione con Giovanna Daddi e Dario Marconcini (visti di recente assieme in “L’uomo dal fiore in bocca”, senza citare il decennale sodalizio dei tre), con le interpretazioni di Elisa Cuppini, Silvia Pasello, Francesco Puleo e Tazio Torrini (tutti, eccetto la Cuppini, hanno lavorato insieme ad una regia firmata da Bacci nel “Lear”).

Dopo la recente nomina a Teatro Nazionale, Emilia Romagna Teatro Fondazione presenta una Stagione che riconosce la linea di lavoro e ricerca che negli anni ha visto ERT crescere assieme alla sua città. È proprio quella con la città la prima relazione che il Teatro deve tessere, riconoscendovi un luogo privilegiato di riflessioni, crescita personale, sviluppo di senso critico ma anche un importante momento di confronto con la realtà e la contemporaneità che ci circondano.

Al Teatro Vascello, Fondazione Pontedera Teatro ha presentato “Tu! Ognuno è benvenuto”, liberamente ispirato ad America o il disperso di Franz Kafka, con la drammaturgia di Stefano Geraci e Roberto Bacci e la regia di Roberto Bacci; protagonisti in scena Sebastian Barbalan, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Alessio Targioni e Tazio Torrini.

TOP