Domenica, 17 Settembre 2017 09:01

Hamletmachine - Teatro Astra (Vicenza)

A quarant’anni dalla scrittura del dramma a firma del drammaturgo tedesco Heiner Müller (1929-1995) e a trentuno dalla prima messa in scena a New York da parte di Robert Wilson, il regista texano propone un nuovo allestimento del suo celebre Hamletmachine dirigendo quindici attori dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma. Commissionato dal sessantesimo Festival di Spoleto, durante il quale è stato rappresentato dal 6 al 17 luglio di quest’anno, dopo la tre-giorni vicentina (14–16 settembre) nell’ambito di Conversazioni 2017 - 70° Ciclo di Spettacoli Classici del Teatro Olimpico, lo spettacolo approderà al Teatro India di Roma dall’11 al 17 dicembre 2017 e al Teatro alla Pergola di Firenze dal 23 al 25 gennaio 2018.

Un teatro aperto a tutti, un’agorà civile e culturale che sia fulcro di democrazia partecipata, di pensieri, utopie, emozioni. È questo il senso racchiuso nella composizione della stagione che Antonio Calbi, al suo quarto anno di direzione del Teatro di Roma, presenta in una sala gremitissima del Teatro India.

Sabato, 10 Ottobre 2015 15:10

Odyssey - Piccolo Teatro Strehler (Milano)

Dal 6 al 31 ottobre. Una sinestetica festa dei sensi: ecco come potrebbe essere definito Odyssey di Bob Wilson, che torna per il terzo anno al Piccolo di Milano riuscendo a destare una nuova ampissima ondata di affluenze in occasione dell'Expo, ma non solo: tantissime le scolaresche presenti in sala che sicuramente potranno innamorarsi di un mito già di per sé affascinante e oggi ancora più iconico grazie alla resa scenica, che passerà alla storia, del grande regista americano.

Il Piccolo Teatro di Milano, polo culturale fondamentale per la città meneghina e per l'Italia è, per vocazione ed identità, il padiglione “scenico” dell'Expo, con circa 300 spettacoli in 10 lingue diverse sino a fine ottobre 2015. Se l'alimentazione è il tema centrale dell'Expo, di alimentazione si può parlare anche per la cultura che infatti alimenta lo spirito, aprendolo a nuove conoscenze e favorendo così la coesione all'interno di una comunità basata sulla cultura delle differenze, valida risposta in questo momento di grande difficoltà economica e sociale.

Al Teatro dell’Arte di Milano con ingresso dalla Triennale, museo immerso nel Parco Sempione milanese, dal 12 fino al 21 giugno va in scena proiettato su grande schermo un film realizzato da una regista italiana, Giada Colagrande, che ha girato questa pellicola seguendo le prove e lo spettacolo in tour realizzato da personaggi tra i più celebri di varie arti: la performer Marina Abramovic, il regista Bob Wilson che alla Biennale di Venezia del 1993 vinse il Leone d’Oro come scultore, l’attore Willem Dafoe che conta nella sua carriera oltre un’ottantina di film molti dei quali di grande successo e tanti di genere autoriale e cult, il cantante e musicista Antony Hegarty, nato ad Amsterdam ma abitante a New York, pure lui creatore di opere d’arte visiva tra cui disegni e collages. Titolo dello spettacolo e ora del film: "Life and Death of Marina Abramovic". Eppure, attenzione, qui c’è tutto meno che una banale biografia.

Domenica, 07 Aprile 2013 15:22

Odyssey - Piccolo Teatro Strehler (Milano)

Dal 3 al 24 aprile. Spettacolo allestito dal Piccolo Teatro di Milano in collaborazione con il National Theatre of Greece di Atene, importante teatro pubblico ellenico, recitato in greco moderno, fonde l’inconfondibile cifra stilistica dello statunitense Robert Wilson, per gli addetti ai lavori solo “Bob”, con una tradizione teatrale e culturale antichissima. Le scenografie e i costumi sono invece realizzati dal Piccolo Teatro di Milano.

Mercoledì, 20 Ottobre 2010 15:50

Giorni Felici - Teatro Valle (Roma)

Adriana Asti

Dal 15 al 24 ottobre. Si spalancano le porte del Teatro Valle, sontuoso gioiello settecentesco incastonato nel cuore di Roma, su una stagione teatrale che si preannuncia ricchissima e sofisticata: la prima monografia di scena è dedicata all’incoercibile, visionario ed eclettico genio creativo di Robert Wilson, drammaturgo, regista, visual designer, pittore, scultore e coreografo statunitense. Dopo il suo ritorno in veste di attore per incarnare “L’ultimo nastro di Krapp”, il dittico beckettiano da lui firmato raggiunge il culmine con una delle vette più elevate del teatro novecentesco, “Giorni Felici”, interpretato da una straordinaria, elegante ed eterea Adriana Asti. Combattendo ostinatamente il dramma dell’incomunicabilità umana e la parossistica inazione di una vecchiaia che non concede scampo attanagliando come una morsa implacabile, cimentandosi nell’ostinata ricerca di stimoli, gesti, ricordi e suoni che concedano uno spiraglio ad un torpore e a un’indolenza che sembrano delinearsi come preludio della morte, la protagonista Winnie nel suo precipitare inesorabilmente verso il nulla riesce a trasformare tutti gli istanti che il destino le concede in giorni felici.

TOP