White Rabbit, Red Rabbit - Teatro Piccolo Bellini (Napoli)

Scritto da  Giovedì, 30 Novembre 2017 

Enrico Ianniello è il primo di una serie di artisti che si cimenterà al Piccolo Bellini di Napoli nell’esperimento sociale di Nassim Soleimanpour che sta girando i teatri del mondo: un lavoro in cui l’improvvisazione, insieme alla totale assenza di regia e di preparazione al testo, porta a un risultato inatteso dal pubblico e dall’attore stesso.

 

WHITE RABBIT, RED RABBIT
Coniglio Bianco Coniglio Rosso
di Nassim Soleimanpour
con Enrico Ianniello
produzione 369gradi
in collaborazione con Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini, Aurora Nova

 

Debutta al Piccolo Bellini di Napoli lo spettacolo “White Rabbit, Red Rabbit”, testo scritto dall’autore iraniano Nassim Soleimanpour e messo in scena in numerosi teatri di tutto il mondo. Lo spettacolo è infatti da considerarsi in primis quale un esperimento sociale, che vede la totale non conoscenza del testo da parte dell’attore che sarà in scena, unitamente all’ovvia constatazione della non conoscenza da parte del pubblico di ciò a cui assisterà a teatro. Ne scaturisce pertanto quello che lo stesso autore iraniano definisce un esperimento sociale in forma di spettacolo. Gli unici elementi presenti sulla scena saranno una sedia, un leggio, una scala e due bicchieri, oltre che il copione, sigillato, prima dell’arrivo dell’interprete sulla scena.

Così come gentilmente richiestoci dal teatro, ci atterremo a raccontare semplicemente le impressioni percepite senza far trapelare contenuto alcuno relativamente alla pièce. Il testo è il tentativo di uno scrittore iraniano di veder girare il suo spettacolo in tutto il mondo senza aver mai la possibilità di vederlo, di entrare in relazione con l’interprete che lo porterà sulla scena ed il pubblico, a causa di motivi politici che costringono lo scrittore a Berlino, la città dove oggi vive. Ecco che quindi Soleimanpour ha creato uno spettacolo che dal 2011 gira il mondo al posto suo.

Senza voler entrare nel merito dello spettacolo, si deve segnalare il coraggio dell’interprete che, semplicemente sapendo quali oggetti di scena troverà e con il rigoroso dovere di ribadire ad ogni battuta non legata al testo la locuzione “E’ una mia aggiunta”, si cimenta in un gioco teatrale fatto di curiosità, estro e forse anche vivo interesse per una storia che potrebbe rivelarsi interessante da raccontare e da vivere in prima persona.

E’ questo poi il senso intrinseco del teatro, che oltre al fattore dell’interpretazione miscela anche quell’anima di gioco teatrale di cui dovrebbe farsi portatore ogni attore che sale sulla scena. Chapeau quindi a Ianniello, che accetta la sfida e decide di mettersi in gioco per questo insolito reading (o quasi…) teatrale.

“L’esperimento sociale” proseguirà sempre al Piccolo Bellini, sullo stesso testo, con altri interpreti, tra cui Daniele Russo, Iaia Forte, Giovanni Esposito ed altri in via di definizione.

 

GLI APPUNTAMENTI
27 NOVEMBRE 2017 - Enrico Ianniello
11 DICEMBRE 2017 - Daniele Russo
29 GENNAIO 2018 - Iaia Forte
26 FEBBRAIO 2018 - Giovanni Esposito
26 MARZO 2018 in via di definizione
23 APRILE 2018 in via di definizione

 

Teatro Bellini - via Conte di Ruvo 14, 80135 Napoli
Per informazioni e prenotazioni: telefono 081/5491266, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario botteghino: aperto dal lunedì al sabato dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; domenica dalle 10.30 alle 13; tutti i giorni un'ora prima dello spettacolo
Orario spettacoli: lunedì 27 novembre ore 21

Articolo di: Francesco Gaudiosi
Grazie a: Katia Prota, Ufficio stampa Teatro Bellini
Sul web: www.teatrobellini.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP