Verso Medea - FestiVAl / Festival Internazionale di Villa Adriana (Tivoli)

Scritto da  Martedì, 08 Luglio 2014 

Emma Dante apre, con il primo appuntamento del cartellone, FestiVAL / Festival Internazione di Villa Adriana – Lazio, lavando con la pioggia il sangue di Medea, colpevole per troppo amare.

  

Produzione compagnia Sud Costa Occidentale presenta
VERSO MEDEA
da Euripide
testo e regia Emma Dante
musiche e canti Fratelli Mancuso
luci Marcello D’Agostino


Elena Borgogni - Medea
Carmine Maringola - Giasone / Mariarca
Salvatore D’Onofrio - Creonte / Giuseppina
Sandro Maria Campagna - Messaggero / Caterina
Giuliano Scarpinato - Rosetta
Davide Celona - Mimma
 

Penso alle correnti desertiche e al silenzio della polvere. Un lieve rollio di granelli e quel vento caldo che leviga la roccia, fino a screpolarla.
Immagino il sole, lo faccio a occhi chiusi, per ricordarlo meglio, e vedo quelle macchie che pulsano dal nero dopo aver fissato troppo la luce.
Com’è abbacinante, l’oscurità. Ti punisce per averla sfidata in un modo così sfacciato.


Sento l’odore della terra bagnata, dell’aria d’estate, delle troppe piogge di quei giorni su Villa Adriana, quando l’aridità si addensa in fango, impastandosi di nuovo con la vita offerta dall’acqua.
Trasudano le pietre, le colonne, le statue saccheggiate e abbattute dal tempo, l’acre esalazione delle bucce d’arancia lasciate a invecchiare tra le vie dei mercati.
Medea è gravida di vita da offrire e sottrarre, un ventre tondo come il mondo tradito dai suoi uomini.
Medea acquatica, come il mare seducente che lascia, sulla pelle, il sedimento sterilizzante del sale; Lei, pesce emerso dalla notte abissale che mostra la pelle ai raggi del mattino.


Davanti a noi una Corinto paesana, affacciata sulla malinconia come lo sguardo di una delocalizzata Lisbona: chiacchierona, effimera, in cui uomini di scarsi attributi si nascondono dietro versi di donne affette da inutilità uterina, impegnate a mostrare una femminilità posticcia e ad arruffarsi le gambe, quasi che la maternità avesse il vezzo di un prurito inconsapevole.
Donne senza amore, senza compagnia, villose e villane, abbandonate nella solitudine di vestiti d’ombra, ostetriche di corredini che della felicità non ricordano altro che l’inconsistenza di un sogno.


Emma Dante stravolge la sua Medea del 2003, restituendone una vena asciutta di diretta derivazione Sorelle Macaluso, tracciando, a fondo, demarcazioni limbiche con la morte e aprendo un canale dialettico con un mondo oltre la vita.


Medea infantile e capricciosa, otre straripante di vita incrinato dal dolore, crudele Natura per natura, piange l’infezione del suo sangue da spurgare, lì dove l’amore le ha iniettato la stagione dell’abbandono.
Giasone che fa rima con pavone, nella coda le vibrate movenze sornione del guappo, canaglia italiota di miseria senza nobiltà.


Non rimane che sabbia in lei, depositata sul fondo: clessidra di giorni da sgranare nella preghiera che ritornino.
Onda svuotata dal colore del mare. Nel cuore un pugno di pietre depositate e pelo d’erba, come le spoglie sconsolate delle ossa adrianee.


Penso alle correnti desertiche e al silenzio della polvere.
Immagino il sole, lo faccio a occhi chiusi.


Cioè che resta è l’eco inconfondibile dei Fratelli Mancuso: loro che conoscono la lingua del sale e delle torride dune che si agitano come oceani senz’acqua.

  

Grandi Terme - Area Archeologica di Villa Adriana (Tivoli)
Festival Internazionale di Villa Adriana, VI edizione (18 giugno - 15 luglio 2014)

 

Prossimi spettacoli in programma nell’ambito della rassegna:
Giovedì 10/07/2014 - Nederlands Dans Theater 2 "I New Then / Shutters Shut / Subject to Change / Cacti"
Venerdì 11/07/2014 - Nederlands Dans Theater 2 "I New Then / Shutters Shut / Subject to Change / Cacti"
Lunedì 14/07/2014 - "Night Commuters" Bambini che non dormono mai
Martedì 15/07/2014 - Urbano Barberini feat. Danilo Rea, "Le rovine di Adriano"

BIGLIETTI:
I biglietti di ingresso per i singoli spettacoli variano da 15 a 30 euro.
CARNET DANZA
Acquistando 3 biglietti per 3 diversi spettacoli di danza a scelta, si ha diritto a uno sconto di 15 euro, solo presso il Botteghino dell’Auditorium Parco della Musica a Roma, presso il punto vendita CTS “Il Viaggiatore” a Tivoli e il botteghino di Villa Adriana.
I biglietti prepagati, acquistati tramite internet o Call Center possono essere ritirati all’ingresso di Villa Adriana a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
Biglietteria 892982
Parco della Musica Card 20%, Giovani fino a 26 anni, over 65 anni, ACI, American Express, Bibliocard, Carta Giovani, Carta Per Due, CTS e cral convenzionati, Feltrinelli Carta Più, Interclub, Arion Card

PUNTI VENDITA
- Biglietteria Auditorium Parco della Musica di Roma (viale de Coubertin) aperta tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 20
- Botteghino di Villa Adriana a Tivoli, aperto solo nei giorni di spettacolo a partire dalle ore 19;
- CTS “Il Viaggiatore” di Tivoli (Via Palatina 2, 00019 TIVOLI)
- Punti vendita autorizzati LisTicket
- www.auditorium.com
- Tel. 892.982 (servizio a pagamento)

VISITE GUIDATE VILLAINSCAENA
Una visita alla villa prima dello spettacolo, parlando di teatro antico e non solo. Emozioni
e suggestioni dal passato nella cornice unica di Villa Adriana.
Prenotazione n. 0774 382733, costo 5 euro a persona.
A cura di Coopculture

TRASPORTO
Trasporto in pullman a Villa Adriana con partenza dall’Auditorium Parco della Musica:
6 euro. Il biglietto può essere prenotato presso il numero 0774 - 311608, fino ad esaurimento posti disponibili.
Servizio in collaborazione con CTS.



Articolo di: Andrea Pizzalis
Grazie a: Massimo Pasquini, Ufficio stampa Fondazione Musica per Roma
Sul web: www.auditorium.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP