Vecchi per niente - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Lunedì, 19 Ottobre 2015 

Sino al 1 novembre, al Teatro Franco Parenti di Milano va in scena “Vecchi per niente”, uno spettacolo sulla vecchiaia ispirato a “La forza del carattere” di James Hillman, scritto e diretto da Nicola Russo. In scena Benedetta Barzini, Sara Borsarelli, Teresa Piergentili, Marco Quaglia, Agostino Tazzini e Guido Tonetti. É una produzione Teatro Franco Parenti in collaborazione con Monstera.

 

Produzione Teatro Franco Parenti presenta
in collaborazione con Monstera
VECCHI PER NIENTE
testo e regia di Nicola Russo
ispirato a La forza del carattere di James Hillman
con Benedetta Barzini, Sara Borsarelli, Teresa Piergentili, Marco Quaglia, Agostino Tazzini, Guido Tonetti

 

In un luogo non luogo si ritrovano quattro vecchi. Avanzano un po' tremolanti, insicuri, malati. Hanno però lampi di curiosità per quel luogo nuovo, strano, così lontano da quella che è stata sino a poco tempo prima la loro realtà. Prima di avanzare verso il pubblico, infatti, si soffermano un istante a guardare la parete del posto che li ospita. È tutta verde, uguale, monotona, monocromatica. Non c'è niente che ricordi loro la loro stessa vita, non una foto, un quadro, un mobile. Tutto è cosi anonimo per tutti e quattro. Quello che hanno in comune è solo l'età, il fisico che si sta scomponendo e la grande difficoltà nell'ammissione del loro nuovo ciclo di vita.

L'intuizione di Nicola Russo è profonda: ridare a questi corpi malati, indifesi, leggeri, uno spessore, una storia, una memoria. Ritornano quindi, come una manciata di coriandoli, pezzi di vita, tra arti che tremolano, denti persi, pensieri che si ingarbugliano. Si amalgamano gli amori, che si fondono in un unico albero genealogico, i nomi di sorelle, figlie e mamme, le immagini della fanciullezza.

Ritorna, come scoglio superato a fatica, il nodo genitoriale, la difficoltà dei rapporti con un padre o una madre. C'è anche una staffetta di parole che i quattro personaggi si scambiano per dar vita ai ricordi della loro stessa vita. Un attore consegna l'ultima parola del suo discorso, fotografia, all'altro. Questo la prende e la trasforma nel ricordo della foto di sua madre in splendido tailleur blu, lei, sempre attenta ai particolari. L' attore che subentra si attacca a questa ultima parola per raccontare qualcosa di sè.

Resta però uno spettacolo frammentato, un po' sospeso, privo di ampio respiro e di una riflessione profonda su questa parte di vita. Qualche battuta muove al riso, ma anche questo, resta in superficie.

 

Teatro Franco Parenti (Sala Tre) - via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni:
telefono biglietteria 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: lunedì riposo - martedì ore 20 - mercoledì, venerdì ore 19.15 - giovedì ore 20.30 - sabato ore 21- domenica ore 16
Biglietti: intero 25€;under26/over60 14 €;convenzioni 17,50 € (prevendita 1,50 €)

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP