Vaudeville! - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Domenica, 15 Agosto 2021 

È andato in scena al Teatro Franco Parenti, nell'ambito della rassegna "Riscoprire certezze", "Vaudeville! Atti Unici da Eugène Labiche": rivisitazione e miscellanea di alcune pièce di Labiche in chiave contemporanea, per la regia di Roberto Rustioni. Due ore di puro divertimento, con qualche piccola indulgenza ad alcuni momenti di riflessione delicatamente amara.

 

VAUDEVILLE!
ATTI UNICI DA EUGÈNE LABICHE
ideazione, drammaturgia e regia Roberto Rustioni
dramaturg Chiara Boscaro
interpreti Francesca Astrei, Luca Carbone, Loris Fabiani, Paolo Faroni, Laura Pozone
scene Paolo Calafiore
luci Riccardo Grippo
costumi Francesco Esposito
musiche originali Luca Nostro
assistente alla regia e alla drammaturgia Ida Treggiari
un ringraziamento a Chiara La Ferlita
produzione Fattore K. / Teatro di Roma - Teatro Nazionale / Napoli Teatro Festival Italia
si ringraziano Olinda-TeatroLaCucina / La Confraternita del Chianti / il Teatro del Buratto

 

"Se Labiche si affretta a ridere dei nostri difetti è perché non ha alcuna intenzione di piangerci sopra. Accetta le cose come stanno, perché le considera accettabili e perché, in fondo, non esiste rimedio alcuno. Ragion per cui, malgrado tutti i suoi difetti, il suo borghese è una gran brava persona, non tanto cattiva ma sicuramente feroce".

Così René Doumic descriveva il teatro del contemporaneo Eugène Labiche: non si potrebbe sintetizzare meglio l'opera di una delle punte di diamante del Vaudeville, genere comico che tanto faceva ridere (di se stessi) i borghesi di metà e fine '800, inconsapevoli di quanto fossero messi alla berlina con le loro contraddizioni.

E da cosa si vede la grandezza di un autore? Dal fatto che quello che racconta, non rimane figlio del suo tempo ma è universalmente riconoscibile anche in altre epoche storiche. Così è per Labiche, che recupera il nucleo della comicità di Molière e lo traspone sul prototipo del borghese del suo tempo, rendendo iperbolici i meccanismi dell'equivoco. A sua volta Roberto Rustioni ha fatto lo stesso: ha preso l'ascissa e l'ordinata della comicità del vaudeville, proponendo tre situazioni del teatro di Labiche (una casa misteriosa abitata da una coppia ambigua, un matrimonio caotico dove non tutto è quello che sembra, una scappatella notturna che si tinge di giallo) e dentro ci ha messo dinamiche e tipi umani che lo spettatore può facilmente riconoscere nel parente disadattato, nel vicino di casa paranoico, nel fidanzato infedele e goffo, nel compagno di scuola ritrovato dopo tanti anni.

Già con i "Tre atti unici da Anton Cechov" il regista ci aveva abituati al meccanismo dell'adattamento organico, mai forzato, frutto anche di un lavoro laboratoriale con gli attori che danno il proprio contributo alla costruzione dei caratteri e che, anche per questo, in scena sanno improvvisare magistralmente, sempre rimanendo nel personaggio.

Uno spettacolo che sulla carta assicura due ore di puro spasso e divertimento intelligente: e così è. Questo sarebbe stato impossibile senza degli attori affiatati, che brillano sul palco come veri professionisti della comicità: sanno gestire i tempi comici al millimetro, sanno rendere adeguatamente caricaturali i personaggi (senza mai cedere all'eccesso o al compiacimento) e riescono a coinvolgere il pubblico senza l'arroganza di chi vuole far ridere per forza ma di chi, piuttosto, cerca di creare complicità con gli spettatori.

Per chi è di Milano, purtroppo non ci sono altre repliche in programma, ma per chi fosse a Roma, lo spettacolo sarà in scena tra novembre e dicembre al Teatro India: non perdetelo!

 

Teatro Franco Parenti (Sala Grande) - Via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: da mercoledì 30 giugno a sabato 3 luglio ore 19.30; domenica 4 luglio ore 17.30
Biglietti: I settore > intero 30€ - II settore > intero 22€; under26/over65 15€; convenzioni 18€ - III settore > intero 18€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
Durata spettacolo: 1 ora e 50 minuti

Articolo di: Emanuela Mugliarisi
Grazie a: Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

TOP