Una ricetta per single - Teatro de' Servi (Roma)

Scritto da  Sabato, 16 Febbraio 2013 

Dal 29 gennaio al 17 febbraio. Dopo il brillante successo di "Ricette d'amore", torna in scena al Teatro de' Servi una nuova esilarante e gustosa commedia firmata dalla penna di Cinzia Berni, garanzia di elegante originalità ed accattivante ironia, diretta con maestria e calibrato rispetto del suo serrato ritmo comico da Roberto Marafante. Impossibile non lasciarsi nuovamente travolgere dalle turbolente peripezie delle nostre quattro amiche-nemiche pronte in un baleno, tra deliziose ricette e segreti inconfessabili, a contendersi nuovamente l'aitante sciupafemmine che una manciata di anni prima aveva scompaginato le loro tranquille esistenze borghesi.

 

 

 

 

 

 

La Bilancia Produzioni presenta
UNA RICETTA PER SINGLE
di Cinzia Berni
regia Roberto Marafante
con Cinzia Berni (Silvia), Cristiana Lionello (Giulia), Alessandra Korompay (Irene), Francesca Zavaglia (Susanna), Paolo Persi (Luca)
scene Rossella Inzillo
costumi Carola Bondolfi

 

 

Il tagliente umorismo e l'estrosa creatività della Berni anche in questa occasione decisamente non tradiscono le aspettative, regalando allo spettatore due ore di piacevolissimo disimpegno, tra qualche pennellata di sentimento, scoppiettanti colpi di scena ed un pirotecnico susseguirsi di trovate argute a contrappuntare senza soluzione di continuità gli irresistibili dialoghi che ci raccontano le disavventure amorose delle quattro seducenti protagoniste. Quattro donne di cui avevamo fatto la conoscenza una manciata di anni fa, divise tra i fornelli di un esclusivo corso di cucina e rocambolesche strategie di seduzione, e che oggi rincontriamo con qualche cicatrice in più sulla pelle, la disillusione e la menopausa che incombono pericolosamente, ma senza che il loro spirito indomito e la loro straripante simpatia ne risulti minimamente offuscata.
Il luogo di incontro di questo quartetto incontenibile è rappresentato come di consueto dal raffinato appartamento di Silvia (Cinzia Berni), per anni appagata amante segreta di Paolo, per poi divenire sua compagna ufficiale e veder inesorabilmente naufragare il loro rapporto, devastato dalla routine quotidiana; la sua è una bellezza scintillante che gli anni sembrano non aver intaccato sebbene lei si ostini a sperperare continuamente nei più avveniristici ritrovati della cosmetica, elisir di lunga giovinezza o specchietti per le allodole? Accanto a lei, sin dallo spalancarsi del sipario, ritroviamo Giulia (Cristiana Lionello), avvocato dallo spirito mordace, con un passato da insaziabile mangiatrice di uomini ed anche lei un matrimonio fallito alle spalle. Arriva poi Irene (Alessandra Korompay), fresca di una vedovanza che le ha garantito una cospicua eredità, innescando in lei imprevedibilmente, dopo una vita da casalinga, un fervido spirito imprenditoriale, nonchè una prorompente voglia di assaporare ogni istante della vita, magari in compagnia di un gagliardo cugino di terzo grado da spupazzarsi all'occorrenza. Infine sopraggiunge Susanna (Francesca Zavaglia), l'ospite d'onore della serata, organizzata appositamente per cercare di tirarla su di morale: di recente è affondato anche il suo matrimonio con quello che pareva il compagno ideale, premuroso ed appassionato, con il quale aveva dato luce ad un bimbo per poi essere dilaniata dalla sua rivelazione di essere omosessuale, per di più profondamente innamorato di un uomo; da quel momento la ragazza, la più giovane di questo ristretto club al femminile, si è impelagata in improbabili incontri e relazioni sentimentali, l'ultimo dei quali, da cui è appena reduce, si è tradotto in un sesso brutale e violento, colmo di schiaffi e foriero di lividi a profusione.
Si prospetta per le quattro amiche una serata tra confidenze e pietanze saporite (la sontuosa torta gianduia di Silvia, il rustico timballo di pasta alle zucchine di Giulia e la ricercata spigola in crosta di Irene), ma inevitabilmente scaturisce spontaneo il ricordo sospirante di Luca (Paolo Persi), l'uomo che anni prima le aveva inesorabilmente affascinate intrattenendo simultanei rapporti amorosi con tutte loro, tanto da mettere seriamente a repentaglio la loro amicizia e incrollabile solidarietà reciproca. Alla fine ebbe la meglio il legame tra le quattro amiche ma ora, a distanza di anni, scopriamo che sotto la cenere covano ancora segreti custoditi gelosamente, passioni insospettabili, rancori incrociati, polvere esplosiva pronta a deflagrare da un istante all'altro. E c'è da scommettere che, tra flashback di celebrazione estatica delle passioni di un tempo ed improvvise sconvolgenti rivelazioni, la detonazione comica sarà potentissima, dando vita ad una commedia se possibile ancor più spassosa e trascinante del primo capitolo, salutato in questi ultimi anni da un calorosissimo consenso del pubblico.
La drammaturgia di Cinzia Berni è incisiva, spumeggiante e fortemente riconoscibile per uno stile esuberante e al contempo privo di sbavature, ottimamente valorizzato dalla regia discreta di Roberto Marafante e dalla scenografia di gran gusto concepita da Rossella Inzillo a ritrarre un lussuoso appartamento impreziosito da mobili di design e quadri astratti. Ovviamente la riuscita dello spettacolo è poi affidata alle incalzanti e impetuose interpretazioni delle quattro attrici in scena, Cinzia Berni e Cristiana Lionello già effervescenti protagoniste in "Ricette d'amore", e le nuove arrivate, Alessandra Korompay e Francesca Zavaglia, che danno vita sul palcoscenico a una ben riuscita alchimia. Risate assicurate con una commedia luminosa, moderna e assolutamente piacevole!

 

 

Teatro de' Servi - via del Mortaro 22 (via del Tritone), Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6795130
Biglietti: platea intero €20 - ridotto €16 / galleria intero €17 – ridotto €14
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17.30 e 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo

 


Articolo di: Andrea Cova
Grazie a: Ufficio stampa Carla Fabi & Barbara Ghinfanti Comunicazioni
Sul web: www.teatroservi.it

 

 

TOP