Una festa esagerata…! - Teatro Sistina (Roma)

Scritto da  Sabato, 20 Gennaio 2018 

Dal 10 al 28 gennaio. Dopo il successo della scorsa stagione, ritorna, al Teatro Sistina, Vincenzo Salemme con “Una festa esagerata…!”. Una commedia intelligente sulla piccola borghesia, sulle solitudini, sulle maschere quotidiane che celano le miserie reciproche sotto braci di perbenismo: riderne e saperne far ridere è il giusto antidoto!

 

UNA FESTA ESAGERATA…!
scritto, diretto e interpretato da Vincenzo Salemme
con Nicola Acunzo, Vincenzo Borrino, Antonella Cioli, Sergio D'Auria, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Giovanni Ribo’, Mirea Flavia Stellato
scene Alessandro Chiti
costumi Francesca Romana Scudiero
musiche Antonio Boccia
disegno luci Francesco Adinolfi

 

Una festa di 18 anni a Napoli, sotto Natale, come tutti ce la immaginiamo, esagerata, appunto! L’ingresso sontuoso in società di una ragazza viziata e superficiale, figlia di una donna legata alle apparenze e alle appartenenze.

Assessori galeotti, figli di assessori, sempliciotti, bomboniere monumentali, pennuti imbalsamati, poltrone prenotate, seggioline impilate, camerieri oriundi che si fingono esotici per poter lavorare, sottoinquilini truffaldini, rancorosi e vendicativi. E se il vicino vecchietto muore proprio quel giorno lì per dispetto? E se scopri che l’ha avvelenato la sorella squinternata? Che ha confuso per amore un malore in ascensore? Cosa ti resta di una festa mesta dove nemmeno il prete e il portiere hanno testa? Poi se scopri che il tardone han sostituito per tenersi la pensione, anche se lo metti in ghiaccio, poi ti viene il coccolone. Ma se fingi vacuità puoi scoprir la verità! E tu, che ti saresti accontentato di soli cinque minuti in terrazza, per ammirare il presepe.

Vincenzo Salemme costruisce una commedia frizzante ed amara allo stesso tempo, in cui smaschera e sottolinea i mali della nostra società moderna, l’individualismo, l’indifferenza, il turbo capitalismo, la distruzione del tessuto sociale e lo spregio delle istituzioni.

Piacevole il meccanismo scenografico. Un buon ritmo e dei bravi attori, facendo divertire, lucidano davanti agli occhi dello spettatore uno specchio da cui è difficile distogliere lo sguardo. I comici a teatro, più che i comici dai palchi dei comizi, posso riuscire nell’avviare la più grande impresa che ci aspetta, se vogliamo sopravvivere, ovvero, suggerire la necessità urgente di una ricostruzione del senso della comunità umana, ora distrutto. Una risata può farci capire che venirci incontro l’un l’altro è il futuro. I muri, lasciamoli alla storia.

 

Teatro Sistina - Via Sistina 129, 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/4200711, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Botteghino: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00 - domenica dalle 11.00 alle 19.00
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17
Biglietti: poltronissima € 44, poltrona e prima galleria € 39.50, seconda galleria €34, terza galleria € 27.50

Articolo di: Enrico Vulpiani
Foto di: Federico Riva
Grazie a: Federica Fresa, Ufficio stampa Teatro Sistina
Sul web: www.ilsistina.it - www.facebook.com/teatrosistinaroma - www.twitter.com/teatrosistina

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP