Ulisse, il ritorno - Teatro Libero (Milano)

Scritto da  Sabato, 29 Giugno 2013 

Dal 27 giugno al 13 luglio. Tre naufraghi della vita che, in uno spazio che è insieme teatro, imbarcazione e sala da ballo, raccontano la propria storia, mentre presente e passato si confondono in un'atmosfera malinconica. Sullo sfondo il continuo rimando ai personaggi di Omero e alle atmosfere poetiche dei film di Theo Angelopoulos, regista greco da poco scomparso, cui è dedicato lo spettacolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Produzione Teatro Libero presenta
ULISSE, IL RITORNO
Viaggio poetico nell'uomo e nell'oggi
progetto, drammaturgia e regia Corrado d’Elia
con Sara Bertelà, Giovanni Franzoni e Franco Ravera
assistente alla regia Andrea Finizio
scene Fabrizio Palla
luci Alessandro Tinelli
fonica Giulio Fassina

 

 

Dopo aver avuto l’onore di assistere alle prove, è stato emozionante vedere Sara Bertelà, Giovanni Franzoni e Franco Ravera sul palco del Teatro Libero portare in scena il testo scritto e diretto da Corrado d’Elia. Il percorso è stato impegnativo e non sono mancate le difficoltà, ma alla fine lo spettacolo ha debuttato di fronte a una sala straripante di spettatori. D’Elia parte dall’Odissea per riscrivere il viaggio di Ulisse, trasformando l’eroe omerico in un uomo contemporaneo alla ricerca di sé e delle proprie radici, in un percorso che oscilla tra ricordi personali e memoria collettiva. Fonte d’ispirazione è il lavoro di Theo Angelopoulos, regista greco recentemente scomparso, cui lo spettacolo è dedicato. La scenografia di Fabrizio Palla lascia a bocca aperta, ridimensionando completamente lo spazio del teatro e creando una dimensione magica e nostalgica che va assumendo sapori diversi a ogni scena. Stupenda la colonna sonora che accompagna gran parte dello spettacolo e sulle cui note si creano vere e proprie danze d’amore.
La realtà si mescola ai ricordi, presente e passato convivono creando un'atmosfera nebbiosa, quasi onirica, in cui possibilità e impossibilità si confondono. Smarrendosi e ritrovandosi continuamente, Ulisse attraversa quadri abitati da personaggi diversi, rappresentati sempre dagli stessi attori in un gioco che rimanda al teatro e ai suoi protagonisti, irremovibili sognatori. Su questa pista da ballo che diviene piazza, taxi, treno, intimo antro, autobus, retropalco, teatro vivono personaggi fragili che, tra un valzer e l’altro, attraversano il mare della vita incontrandosi, perdendosi e ritrovandosi. Bagnato dalla pioggia, infreddolito dalla neve o avvolto dalla nebbia, Ulisse attraversa un confine dopo l’altro, imbattendosi nei Ciclopi, incontrando Calipso, Circe, Nausicaa, Alcinoo, e – forse - ritrovando la propria amata Penelope. Un viaggio fatto di emozioni e idee universali: l'amore come gioia e sofferenza, l'amicizia come legame indissolubile e condivisione di ideali, la famiglia come affetto eterno, la guerra come orrore, le molteplici forme dell’arte come sublimi creazioni umane in grado di vincere la caducità e le barbarie.
L'Ulisse di Corrado d’Elia è un uomo del nostro tempo, un’epoca in cui ci si sente persi e spaesati e non si può fare a meno di domandarsi: che fine hanno fatto i grandi ideali? chi siamo? dove stiamo andando? E nella condivisione di questa dimensione gli spettatori restano colpiti dagli omaggi ai grandi del teatro, del cinema e della poesia, cui si assiste durante il toccante brindisi di due amici ritrovati. Uno spettacolo che punta dritto al cuore degli uomini per denunciare l’oggi e rappresentare l’eterno gioco della vita, lasciandoci con un finale magico che, ancora una volta, ci immerge in un’atmosfera di sogno.

 

 

Teatro Libero - via Savona 10, Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/8323126, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal lunedì al sabato ore 21, domenica riposo
Biglietti: intero € 21, ridotto Under 26 € 17, ridotto Over 60 € 13, Allievi Scuola Teatri Possibili in corso con carta TP CARD € 10

 



Articolo di: Serena Lietti
Grazie a: Beatrice Pozzi, Ufficio stampa Teatro Libero
Sul web: www.teatrolibero.it

 

 

TOP