Uccelli del Paradiso - Teatro Abarico (Roma)

Scritto da  Sabato, 29 Novembre 2014 

E’ andato in scena al Teatro Abarico di Roma, "Uccelli del Paradiso", uno spettacolo che tocca temi profondi e delicati, trascinando e coinvolgendo lo spettatore in una storia romantica e dolorosa. La scena si apre su una stanza tipica di un manicomio degli anni Settanta al cui centro, su un letto, è sdraiata G., una donna tanto bella quanto efferatamente lucida nel commettere un duplice omicidio. G. è riuscita ad evitare il carcere grazie all'aiuto di A., direttore del manicomio e suo amante.

 

UCCELLI DEL PARADISO
scritto e diretto da Riccardo Merlini
col patrocinio di Teatro Senza Tempo Accademia di Arte Drammatica
con Greta Toldo, Alessio Chiodini, Lorenzo Farina, Andrea Lucchetti, Fabio Mascaro, Martina Milani, Lorenza Sacchetto, Enrico Maria Carraro Moda

 

L’opera di debutto di Riccardo Merlini è un thriller teatrale sulla realtà dei manicomi, debitore nei confronti di un certo cinema americano visionario particolarmente in voga in questi ultimi anni. "Uccelli del Paradiso" è incentrato sulle psicosi e le angosce di un’affascinante Greta Toldo che, oltre che di promettenti doti interpretative, è dotata anche di una fisionomia da dark lady (capelli castano chiaro con frangetta, sguardo duro e al contempo penetrante e sfuggente) capace di catalizzare l’attenzione dello spettatore (a discapito forse degli altri attori che in più di un'occasione passano in secondo piano).

I turbamenti della protagonista, la sua paura, la sua vulnerabilità sono così criptiche e inafferrabili da indurci a interrogarci per tutta la pièce teatrale sul vero movente dell’omicidio. E’ stata indotta a uccidere da qualcosa che va al di là del tradimento o G. ha ucciso suo marito perché soffre di una vera malattia mentale? E che cos’è la malattia mentale? Quest’ultima domanda trova risposta in una critica esplicita contro i manicomi e gli abusi che sono stati perpetrati per anni sui malati psichici negli ospedali psichiatrici (che ricordiamo qui in Italia sono stati aboliti con la legge 180 del 1978).

Interessante la scelta del titolo che fa riferimento a una specie di volatili (gli uccelli del paradiso, per l’appunto) le cui zampe venivano tagliate dagli indigeni per far sì che potessero essere utilizzati meglio come merce di scambio con i coloni europei. Una metafora che si riferisce ai pazzi o presunti tali, abusati con violenze e accanimenti terapeutici da parte di infermieri e medici.

Per il resto la messa in scena di Riccardo Merlini dosa bene i colpi di scena, fa un buon uso delle luci e dei bui, spaziando musicalmente dal pop alla musica classica fino al rock più cupo (azzeccatissima la scelta di Nico, la musa dei Velvet Underground, incredibilmente somigliante a Greta Toldo. Scelta mirata?).

Outsider della situazione Enrico Maria Carraro Moda, astro nascente del teatro off romano che, oltre a curare la regia di spettacoli deliranti e geniali, si concede partecipazioni sporadiche in spettacoli altrui, trasformando in oro tutto ciò che tocca.

 

Teatro Abarico - via dei Sabelli 116, 00185 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono botteghino 06/98932488, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articolo di: Giuseppe Sciarra
Grazie a: Ufficio stampa Compagnia
Sul web: www.abarico.it

TOP