Tutto dipende da me… o quasi - Teatro Roma (Roma)

Scritto da  Domenica, 09 Novembre 2014 

Dopo i successi riscossi nella scorsa stagione, Marco Rea ripropone al Teatro Roma, in scena dal 30 ottobre al 2 novembre, la fortunata ed esilarante commedia musicale “Tutto dipende da me … o quasi”.

 

TUTTO DIPENDE DA ME… O QUASI
con Marco Rea
e il corpo di ballo Fabrizia Scaccia, Livia Lorenzetti, Domiziana Lorenzetti, Lucrezia Stopponi
di Gianni Quinto e Marco Rea
regia Paola Tiziana Cruciani
musiche Andrea Tosi
coreografie Marco Stopponi

 

Nata da un'idea di Marco Rea e dalla penna di Gianni Quinto, con la collaborazione artistica e in qualità di vocal coach di Elisabetta Tulli, la regia di Paola Tiziana Cruciani e le musiche del maestro Andrea Tosi, lo spettacolo si distingue per originalità e brillantezza proponendo lo stile del musical off americano intrecciato con i colori tipicamente legati alla narrazione del teatro italiano.

La storia è quella di un idraulico bonario, Marco, che viene chiamato per un intervento ai servizi igienici di un teatro nel quale si stanno svolgendo proprio in quel momento delle importanti audizioni.

Marco, inconsapevole di questo, intrattiene rapporti di cordialità con le aspiranti ballerine, ma dall’alto della sua professionalità incomincia a raccontare la storia della propria vita fatta di aneddoti, confessioni, curiosità arrivando a dispensare anche consigli inaspettati grazie alla sua vena artistica nascosta, svelando la sua passione per il tip tap alimentata da un animo swing.

Così tra una riflessione ed un’altra il nostro idraulico, cresciuto con i film di Ginger Rogers e Fred Astaire ma non tralasciando nel contempo la tradizione nostrana, riesce a proporre una versione coreografica assolutamente esilarante.

Ma il vero viaggio è quello che il nostro “plumber”, così Marco preferisce essere chiamato per dare un tocco di internazionalità al suo mestiere, fa nel raccontare se stesso, frutto di quella spontaneità e naturalezza scaturite dall' imbattersi quotidianamente negli incontri con famiglie semplici e per certi versi bizzarre, che ci permettono di tuffarci in uno spaccato ironico del nostro tempo.

Fino ad arrivare a descrivere momenti anche di maggiore delicatezza che vedono il ricordo del lavoro in cantiere, lì dove la semplice stretta di mano ancora vale qualche cosa ma allo stesso tempo la vita è sempre in bilico, proprio come quella dell’amico Ludovico che la vita proprio lì purtroppo l’ha persa.

E così, tra coreografie improvvisate e racconti condivisi, ecco che l’occasione si presenterà inaspettatamente proprio al nostro eroe e chissà se, proprio come in un film americano, il sogno potrà realizzarsi.

Marco Rea dimostra di possedere una pregevole padronanza del palcoscenico che gli permette di arrivare con estrema facilità al cuore del pubblico, grazie anche alla sua leggerezza, garbo e simpatia, veicolo di una comicità senza forzature ne volgarità.

Il tutto viene ulteriormente impreziosito dalla coreografie affidate a Marco Stopponi nelle quali si inseriscono quelle folgoranti del tip tap di Marco Rea, in cui si contaminano stili, generi e contesti diversi per dare vita a momenti di grande impatto sia emotivo che spettacolare.

 

Teatro Roma - via Umbertide 3 (piazza S. Maria Ausiliatrice), 00181 Roma
Contatti: telefono 06 7850626, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Info e prenotazioni: lunedì dalle 10 alle 15, dal martedì al sabato dalle 10 alle 20, domenica e festivi dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 20
Parcheggio Custodito: via Umbertide 27 (apertura parcheggio ore 20.00)
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17 ed ore 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo
Biglietti: intero € 21 (comprensivo di € 1,00 di prevendita), riduzioni per studenti, over 65, gruppi, Cral

Articolo di: Dino De Bernardis
Grazie a: Ufficio stampa Sara Tersigni
Sul web: www.ilteatroroma.it 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP