The Effect - Teatro Sala Umberto (Roma)

Scritto da  Sabato, 21 Aprile 2018 

In scena al Teatro Sala Umberto di Roma, fino al 29 aprile, “The Effect”, testo dell’inglese Lucy Prebble, qui con la regia di Silvio Peroni. Una sperimentazione romantica, ironica e drammatica che lega quattro personaggi, indagando il confine tra amore, depressione e neuroscienza.

 

THE EFFECT
di Lucy Prebble
traduzione di Andrea Peghinelli
regia di Silvio Peroni
con Alessandro Federico, Alessia Giangiuliani, Sara Putignano, Giuseppe Tantillo
scene Katia Titolo
luci Omar Scala
video Luca Ercoli
aiuto regia Claudio Basilico
produzione Pierfrancesco Pisani - Progetto Goldstein - Ass. Capotave
con il sostegno di Kilowatt Festival

 

In una prestigiosa clinica si sperimenta un nuovo antidepressivo su volontari a pagamento, tra cui Connie (Sara Putignano) e Tristan (Giuseppe Tantillo). Dopo accurati esami per testare la loro idoneità, vengono inseriti nel programma con l’assoluto divieto di fumare, avere rapporti sessuali e usare il cellulare, e tenuti sotto osservazione dalla dottoressa Lorna James (Alessia Giangiuliani) con la supervisione di Toby (Alessandro Federico), direttore dell’esperimento.

Con il passare dei giorni, mentre aumenta gradualmente il dosaggio del farmaco, Connie e Tristan si avvicinano sempre di più fino a innamorarsi. Cosa li spinge l’uno verso l’altra? Quanto l’eccitazione dell’innamoramento è data dal loro vero sentimento e quanto dall’antidepressivo? La dottoressa James assiste con ansia crescente alle reazioni dei due giovani, che ormai non riescono più a seguire le ferree regole del programma, e si interroga sulle reali capacità del farmaco: uno dei due ragazzi è sotto placebo.

L’idea dell’autrice, Lucy Prebble, è molto intrigante: costruisce con cura un dialogo profondo e ironico tra amore, depressione e medicina, tra l’oggettività scientifica e i misteri del cuore e del cervello.

La regia di Silvio Peroni affronta il testo con l’espediente dell’impostazione cinematografica, che si risolve nella divisione in capitoli, nelle videoproiezioni, nei continui stacchi tra luce e buio che scandiscono il passaggio temporale. Anche l’interpretazione estremamente naturale degli attori - tutti molto talentuosi, ma con una particolare menzione da riservare alle protagoniste femminili, Sara Putignano e Alessia Giangiuliani - tende a sottolineare questo elemento, anche se può essere opinabile la scelta di mantenere le forti inflessioni dialettali - soprattutto nel cast maschile - in un testo evidentemente ambientato in Inghilterra.

La messa in scena, per quanto in pochi momenti sembri dilungarsi su concetti già chiari, è libera da artifici e vuole concentrarsi sulla costruzione dei personaggi e sui loro rapporti. Oltre ai due ragazzi, il cui legame si struttura in un crescendo di sincera dolcezza, è probabilmente quello della dottoressa James il personaggio più interessante, nella sua scrittura, ma ancor più nell’interpretazione precisa, misurata ed emotiva di Alessia Giangiuliani.

 

Teatro Sala Umberto - Via della Mercede 50, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6794753, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orari botteghino: lunedì chiuso, martedì-venerdì 11-19, sabato 12-19, domenica 12-18
Orario spettacoli: martedì, giovedì e venerdì ore 21, mercoledì ore 17, sabato ore 17 e 21, domenica ore 17
Biglietti: da 34€ a 24€

Articolo di: Chiara Bencivenga
Grazie a: Silvia Signorelli e Monica Menna, Ufficio stampa Teatro Sala Umberto
Sul web: www.salaumberto.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP