Teatro Golden: una stagione 2012/2013 all’insegna di spettacoli, commedie inedite, concerti e festival

Scritto da  Chiara Di Pietro Mercoledì, 19 Settembre 2012 
Ti ricordi di me

La chiave di presentazione della stagione 2012/2013 del Teatro Golden, a cura di Laura Ruocco e Roberto Ciufoli, non poteva che essere quella dell’ironia, condivisa dagli ospiti presenti nonché protagonisti della nuova proposta teatrale. Il saluto del direttore artistico Andrea Maia è d’obbligo, con l’augurio che il Golden possa replicare anche quest’anno quella rete di successi che intrattiene dalla sua nascita.

 

 

Si inizia così con l’illustrazione degli 8 spettacoli in abbonamento.
A inaugurare la terza stagione del fortunato Teatro, a partire dal 2 ottobre, sarà “Chat a due piazze”. Reduce da 230 repliche, ripreso anche dalla Rai, Gianluca Ramazzotti ne parla come il seguito di “Taxi a due piazze”. Oltre a lui, il cast vede tra i protagonisti Fabio Ferrari e Raffaele Pisu.

Segue “La vita non si sa mai”, spettacolo prodotto dal Golden, dal 23 ottobre all’11 novembre. In scena Gianni Ferreri, Daniela Morozzi e Roberto Nobile propongono una commedia che tratta i temi della disabilità, della paura di amare e di quella di vivere.

La parola va ad Angelo Longoni che firma la regia di “Maldamore”, una commedia divertente che pone problematiche in cui chiunque si può riconoscere. La piéce è affidata a nomi quali Tosca D’Aquino, Ugo Dighero, Stefano Pesce e Michela Andreozzi a cominciare dal 13 novembre.

Un grande ritorno, quello di Andrea Perroni, con lo spettacolo “Perroni me piace!...di più”, accompagnato dalla fedele Bus Band. Assente per impegni lavorativi, dà appuntamento al pubblico del Golden, attraverso un video messaggio, per l’11 dicembre.
Il nuovo anno porta il sigillo di Michele La Ginestra e Beatrice Fazi con lo spettacolo “Ti posso spiegare…”, per la regia di Roberto Marafante. Dall’8 gennaio, un’altra occasione per riflettere e divertirsi.

Il 5 febbraio vede un nuovo gradito ingresso, quello di Edoardo Leo al fianco di Ambra Angiolini per lo spettacolo “Ti ricordi di me?”, una commedia romantica nel senso più alto che racconta l’incontro tra un cleptomane e una narcolettica. E’ la storia degli incontri, di chi cerca di guarirsi. E’ emozione e divertimento.

E’ il turno di Alessandra Costanzo che introduce “Donnacce”, in scena dal 5 marzo per la regia di Ennio Coltorti. Quest’ultimo si premura di sottolineare che nei momenti più bui della storia dell’uomo il branco si riunisce nel teatro, che è il primo luogo di incontro. A chiudere la stagione, dal 2 aprile, “Il prete e l’assassino” vede la partecipazione di Sergio Fiorentini, Augusto Fornari e Laura Ruocco.

Ma non finisce qui. Per confermare la profonda sensibilità dimostrata fin qui dal Teatro Golden rispetto all’impegno sociale, una novità sarà rappresentata dall’offerta di uno spettacolo, in omaggio per gli abbonati, inserito nel progetto Golden & Friends. Max Maglione presenta così “Si fa presto a dire anni ‘70”, evento a sostegno dell’associazione Peter Pan Onlus, che si occupa di accoglienza del bambino onco-ematologico e della sua famiglia.

Si rinnova inoltre la collaborazione con l’Area Zelig, che calcherà il palco del Golden con dei laboratori on the road. Dopo i successi delle passate stagioni, i grandi ritorni sono firmati “La casa di famiglia” e “Terapia terapia”.

Si coglie poi l’occasione per festeggiare il compleanno di Jonis Bascir, il quale apre le danze ricordando che tra gli spettacoli fuori abbonamento è possibile aderire al mini-abbonamento Smile, che comprende i seguenti spettacoli: “Beige. L’importanza di essere diverso” in cui compie una catarsi da tutti quei personaggi da straniero che ha indossato per via del colore della sua pelle ed il cui messaggio è vivere la diversità come arma vincente, proprio come ha fatto lui; “Kitchen Stories” con Paolo Sassanelli; “E’ ora di dire basta” con Sabrina Paravicini; “Rimbocchiamoci le natiche” con Ugo Dighero.

Tanti altri gli spettacoli fuori abbonamento, da “Cetra una volta”, omaggio al quartetto Cetra, a “Le memorie di un impresario”, da un’idea di Carlo Molfese, e ancora serate a tema con il piano di Stefano Reali, la comicità di Dado, l’impegno del teatro del carcere di Rebibbia con “Bazar”, spettacoli interattivi a cura di Michela Andreozzi e infine Sergio Solli nell’arduo tentativo di rispondere alla domanda più gettonata “E’ vero che Eduardo era..?”

E ancora il Golden si conferma sede di due importanti Festival: quello del laboratorio teatrale nelle scuole e quello del Teatro Amatoriale.

 

Teatro Golden - Via Taranto 36, 00182 Roma
Per informazioni e prenotazioni: mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , telefono 06/70493826
Abbonamenti: intero € 128, ridotto € 112
Prezzi dei biglietti: intero € 20+ € 2 diritto di prevendita, ridotto € 16 + € 1 diritto di prevendita, gruppi €13 + € 1 diritto di prevendita
“Zelig Cabaret. Lab on the Road” Prezzi dei biglietti: intero € 10 + € 1 diritto di prevendita
Smile - Mini Abbonamento per 4 Spettacoli, Prezzi: intero € 60, ridotto € 44

 

Articolo di: Chiara Di Pietro
Grazie a: Daria Delfino, Ufficio stampa Teatro Golden
Sul web:
www.teatrogolden.it

 

TOP