Taddrarite - Piccolo Teatro Grassi (Milano)

Scritto da  Mercoledì, 01 Ottobre 2014 

Domenica 28 settembre si è concluso con lo spettacolo "Taddrarite (Pipistrelli)", il festival Tramedautore, presso il Piccolo Teatro di Milano, promosso da Outis, Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea, interessato a cogliere la vitalità del nostro teatro, di quello europeo e internazionale. "Taddrarite" è stato il miglior spettacolo al Roma Fringe Festival 2014; scritto e diretto da Luana Rondinelli, è una storia tragico-amara di umiliazioni e offese declinate al femminile, in una Sicilia di ieri e di oggi, immutata culturalmente. Sulla scena tre donne a lutto ed un uomo, quasi innocuo, perché nella bara.

 

Produzione Accura Teatro presenta
TADDRARITE (Pipistrelli)
testo e regia di Luana Rondinelli
aiuto regia Silvia Bello
con Anna Clara Giampino, Claudia Gusmano, Luana Rondinelli
Miglior spettacolo al Roma Fringe Festival 2014

 

I pipistrelli sono gli unici mammiferi in grado di volare; e questo grazie alle loro mani che l’evoluzione ha trasformato in ali perfette. Anche le tre donne, tre sorelle, che vediamo sul palco del Piccolo, vorrebbero volare, volare lontano. Non perché la circostanza, la morte del marito diabetico della più piccola, le addolori. Anzi, vivono questo lutto, a dispetto degli abiti neri, a colori e la vedova ha messo perfino un profumo di zagare. 

Già, perché questa morte è una liberazione. Dovrebbero pregare, recitare il rosario, per vegliare il morto, chiuso là in una bara davanti a loro. Nella tradizione siciliana infatti, le preghiere delle donne aiutano l’anima del defunto a staccarsi dal corpo e volar via. Nel silenzio di circostanza, la vedova interrompe però la novena per aprire porte e finestre: fosse mai, che quell’anima maledetta non trovi la via per uscire. E poi l’ interrompe nuovamente: non ce la fa lei a dire le preghiere; vorrebbe svegliare quel morto che è stato suo marito, che l’ha umiliata, offesa, resa gravida. Una femmina dalle cosce aperte.

Ma inaspettatamente, la sua voglia di buttar tutto fuori, con ironia e mimo, risveglia il sepolto nelle altre due. Cosi le tre sorelle scoprono di aver vissuto al buio le stesse storie di violenze, soprusi ed umiliazioni che sembravano cancellarsi con la nascita dei figli, ma che poi si ripresentavano immutate e immutabili.
L’odore di alcool, i lividi nascosti, le scuse trovate con i vicini per giustificare le urla. Tutto uguale: bocca cucita, insieme a occhi e orecchie. Tutte avevano voluto vivere in modo distinto e non d’istinto.

Nessuna è riuscita a salvare nessuna. Né quella che si è separata e che per dieci anni è andata a testa bassa per la vergogna finché ha sostituito il concetto d’amore (ah, l’amore!) con quello per la dichiarazione dei redditi del nuovo marito (ricco); né l’altra che ha convissuto con l’amante del marito in casa; né la piccola col marito alcolista. Ma resta il sorriso, amaro, ma pur sempre un sorriso, ironico, pungente, capace di scacciare il passato. E il profumo di zagare nell’aria. All’alba, dopo la veglia, si è compiuta l’evoluzione: da oggi si cambia e, forse, si vola!

La morte dei dialetti, per quanto annunciata, non è stata ancora certificata e questo spettacolo scoppiettante, ne è la prova. Il dialetto siciliano si snoda come una stella filante, una girandola di suoni e colori che, anche se talvolta incomprensibili in terra lombarda, avvolgono con immagini evocative.
Bello il gioco di luci-ombre, capaci di trasformare un innocuo pasticciere in un Mefisto del cannolo, che con famelica dovizia lo prepara grosso, grasso, ricco per il marito diabetico cui, gioco forza, accorcia la vita.

 

Piccolo Teatro Grassi - via Rovello 2, Milano (M1 Cordusio)
Per informazioni e prenotazioni: 848800304
Orario spettacolo: domenica 28 settembre 2014, ore 20.30
Biglietti: intero platea 25 €, intero balconata 22 €, ridotto* platea 16 €, ridotto* balconata 14 € (Giovani Under 25, Anziani over 65, Abbonati Piccolo Teatro, Feltrinelli)

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Maddalena Peluso, Ufficio stampa Tramedautore
Sul web: www.piccoloteatro.org - www.outis.it

TOP