Svenimenti - Teatro Menotti (Milano)

Scritto da  Venerdì, 27 Marzo 2015 

La compagnia Le Belle Bandiere approda, come ultima tappa del suo tour 2015, al Teatro Menotti di Milano con “Svenimenti”. Sul palcoscenico Elena Bucci (anche regista dello spettacolo), Marco Sgrosso e Gaetano Colella. Questo spettacolo è un vero e proprio vaudeville che ci porta in un’epoca e in un mondo ben specifici, tratteggiando il ritratto dello scrittore, ma soprattutto dell’uomo, Anton Cechov. Lo spettacolo sarà in scena fino al 2 aprile.

 

SVENIMENTI
un vaudeville
dagli atti unici, dalle lettere e dai racconti di Anton Cechov
progetto, elaborazione drammaturgica Elena Bucci e Marco Sgrosso
con Elena Bucci, Gaetano Colella, Marco Sgrosso
regia Elena Bucci
con la collaborazione di Marco Sgrosso
disegno luci Loredana Oddone
drammaturgia del suono Raffaele Bassetti
macchinismo e direzione di scena Giovanni Macis
collaborazione ai costumi Marta Benini
foto Luigi Angelucci, Umberto Favretto, Patrizia Piccino
cura Nicoletta Fabbri
ufficio stampa CTB Silvia Vittoriano
distribuzione Emilio Vita
si ringrazia il Teatro Comunale di Russi
produzione CTB Teatro Stabile di Brescia
in collaborazione con Le Belle Bandiere
compagnia sostenuta da Regione Emilia Romagna, Provincia di Ravenna, Comune di Russi

 

Il sipario si alza ed entra in scena, attraversando impalpabili tende bianche, una donna in stile primo Novecento. E’ Olga, attrice nonché moglie di uno dei più celebri commediografi e scrittori del secolo scorso: Anton Cechov appunto. La donna ci introduce al carteggio fra lei e il marito e pian piano ci accompagna all’interno di tre dei più celebri racconti dell’autore: "I danni del tabacco", "Una domanda di matrimonio", "L’orso". Quello che accade è sottile, leggero, poetico e molto delicato. La narrazione scorre, si apre una tenda, si sposta una sedia ed ecco che siamo all’interno di una dacia russa di fronte a contadini e proprietari terrieri che disquisiscono su chi sia il proprietario di un certo praticello. Oppure la Bucci indossa un velo ed ecco che in un attimo si trasforma in una vedova affranta che presto ritroverà la gioia dell’amore.

L’inizio è un po’ strano, ci fa temere la noia assoluta, ma è solo un’impressione perché dopo appena dieci minuti - superato l’impasse dell’ingresso in un linguaggio, quello del vaudeville appunto -, si parte per un viaggio all’insegna della risata, mai gratuita né stupida né superficiale (dato il blasonato drammaturgo!), e del più sano, onesto e davvero ben fatto gioco teatrale.

Elena Bucci è la regina del palcoscenico: cambia età, cambia classe sociale, trasfigura se stessa entrando in tutti i personaggi con una semplicità e una bravura estreme, poterla vedere recitare è una lezione di teatro a porte aperte. Ovviamente i suoi compagni di scena non sono da meno. Marco Sgrosso è geniale, multiforme e fa ridere. Ridere, ridere e ridere tanto e di cuore, cosa di cui c’è estremo bisogno. E Gaetano Colella completa magistralmente il trio, attore ironico e molto bravo, si integra perfettamente con i primi due che sono anche i fondatori della compagnia e vedono un sodalizio lavorativo di lunga data.

Cos’altro si può dire? Grazie per aver fatto vivere l’ironia di Cechov, la sua allegria, che spesso in tanti allestimenti viene dimenticata per sottolineare piuttosto il melodramma, o la drammaticità (o ancora peggio un’inedia e tristezza al sapor di melassa) tanto cari ai registi contemporanei, ma forse lontanidalle intenzioni dell’autore che detestava, com’è noto, anche gli allestimenti del contemporaneo e altrettanto celebre Stanislavskij. Insomma finalmente teatro! Bello, semplice, ottima recitazione, un convincente adattamento drammaturgico. E alla fine viene voglia, dopo tanto tempo, di andare a salutare gli attori in camerino, fermarsi commossi a parlare con loro giusto per ringraziare di quelle due ore meravigliose che ci hanno regalato.

 

Teatro Tieffe Menotti - via Ciro Menotti 11, Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/36592544, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: lunedì riposo; martedì, giovedì, venerdì, sabato ore 20.30; mercoledì ore 19.30; domenica ore 17
Biglietti: intero € 25, convenzioni € 20, ridotto/under 25 € 20, ridotto/over 65 (residenti a Milano) € 12.50, ridotto/over 65 (residenti fuori Milano) € 17.50, prevendita € 1.50

Articolo di: Caterina Paolinelli
Foto di: Luigi Angelucci
Grazie a: Maria Gabriella Mansi, Ufficio stampa Tieffe Teatro Menotti
Sul web: www.tieffeteatro.it - www.lebellebandiere.it

TOP